whatsapp

 

WhatsApp, con il nuovo aggiornamento, presenterà i cosiddetti “profili certificati”; a breve le aziende potranno essere certificate e si potrà addirittura sponsorizzare il proprio brand sul noto sito di messaggistica istantanea. Al momento tale funzione è in fase sperimentale, ovvero limitata solo ad un ristretto numero di aziende le quali potranno promuovere il proprio brand con account certificati. Per evitare truffe o abusi, le aziende dovranno verificare il loro numero di telefono, in modo da garantire agli utenti la certezza di interagire con il servizio clienti della stessa, evitando che qualcuno, spacciandosi illegittimamente per esso, possa sottrarre indebitamente dati personali o altri tipi di informazioni agli utenti.

L’arrivo dei profili WhatsApp business sono previsti entro un paio di settimane e, al pari di Facebook Twitter e Instagram, i profili verificati saranno contrassegnati con una spunta verde che comparirà vicino al nome di un contatto. Data la grande popolarità assunta da WhatsApp e la relativa moltitudine di utenti che ne deriva – circa 1 miliardo al giorno- sarà molto importante prestare attenzione ad alcuni particolari; quando un utente avvierà una  conversazione con un’utenza verificata visualizzerà un messaggio informativo che la conversazione è protetta con crittografia end-to-end ed evidenzierà che il profilo commerciale in questione è stato verificato e, come descritto precedentemente, i profili verificati saranno contrassegnati con una spunta verde vicino al nome del contatto.

Leggi anche:  WhatsApp: ennesima truffa offre un account Premium gratuito su Spotify

Con questa funzionalità di fatto WhatsApp introduce la pubblicità al suo interno, assicurandosi introiti per svariate migliaia di euro. Speriamo solo che questa iniziativa non diventi un castigo per gli utenti, abituati, da sempre, a non avere nessun tipo d’intrusione dall’esterno.