Instagram
Instagram nuoce all’equilibrio mentale delle nuove generazioni

Per i pochi che ancora non lo sapessero, Instagram è il più noto social network fotografico al mondo dove ogni giorno milioni e milioni di utenti pubblicano i loro scatti, sotto forma di post tradizionali o “storie”. La maggior parte degli utenti del web, però, spesso sottovaluta gli effetti nocivi che i vari social network possono arrecare alla salute mentale dei loro utenti. Una ricerca inglese, condotta dalla prestigiosa Royal Society for Public Health, ha esaminato gli effetti (sia negativi che positivi) che i vari social provocano sull’equilibrio mentale dei più giovani.

A seguito dell’indagine, inoltre, l’ente ha pubblicato un’apposita classifica da cui è risultato che YouTube ne è uscito con il punteggio più alto, seguito da Twitter e Facebook. I peggiori, a sorpresa, sono Snapchat ed Instagram, percepiti negativamente in termini di ansia e depressione. Tra i motivi di questi stati d’animo controversi vi è sicuramente la paura di sentirsi esclusi dalla propria cerca di seguaci (followers) o più in generale dagli altri utenti del social network.

Instagram
Instagram all’ultimo posto, secondo la classifica RSPH

Instagram, il tempo trascorso sul social è cruciale

Secondo l’analisi, il tempo trascorso sui vari social network (in particolar modo Instagram) risulta cruciale per incorrere nel verificarsi di ansia o depressione. Secondo gli esperti: «Le persone che trascorrono più di due ore complessive al giorno sui vari social possono provare ansia e depressione». L’osservare i propri conoscenti ed amici costantemente “in vacanza”, oppure dediti al divertimento, viaggi, svago, ecc., può far crescere nell’individuo un profondo senso di frustrazione che può sfociare nell’idea di “non riuscire a godere appieno della propria vita”.

Leggi anche:  WhatsApp presto si aprirà tramite Facebook: ecco la nuova idea di Zuckerberg

La ricerca, infine, ha stabilito dei nessi tra l’utilizzo eccessivo del social e la perdita di sonno. È risaputo, infatti, come il sonno sia il miglior alleato di numerose patologie fisiche e mentali. Un buon sonno aiuta a ristabilire le forze ed a gestire al meglio le energie nel corso della giornata. Purtroppo, però Instagram (così come tutti gli altri social) rovinano questo fragile equilibrio, aumentando a dismisura la mole di pensieri notturni e facendo diminuire, dunque, la qualità del nostro sonno.

La tecnologia ed il progresso tecnologico sono nostri alleati e sono invenzioni fantastiche. Sta a noi saperne apprezzare pregi e difetti, vivendo la nostra vita con calma e tranquillità. Il nostro consiglio, quindi, è quello di utilizzare moderatamente le varie piattaforme social, diminuendone l’utilizzo a meno di due ore complessive al giorno e per un massimo di 10 ore settimanali.