huawei

Secondo la nuova relazione di Canalys, il gigante Tecnologico Samsung ha guidato il mercato degli smartphone nell’Europa centrale e orientale (CEE) nel secondo trimestre del 2017, spedendo 4,9 milioni di unità, con un incremento annuo del 14 per cento.

Xiaomi continua a crescere anche nel Q2 2017

Il rapporto ha affermato che questo risultato è stato possibile grazie alla forte domanda per gli smartphone della serie Galaxy A e J, che sono stati presentati quest’anno. Il Galaxy S8 è stato molto richiesto dai fornitori e rivenditori, ma ci sono segnali, che alcuni di questi abbiano sovrastimato la domanda dei consumatori. Nel frattempo, Huawei ha ripreso il secondo posto occupato per breve tempo da Apple nell’Europa centrale ed orientale nel secondo trimestre del 2017.

La casa cinese ha spedito 1,8 milioni di smartphone, raggiungendo una quota di mercato del 12%, battendo Apple per circa 50.000 unità. La sua forza sono stati i prodotti di bassa e media gamma, con il P10 Lite che é diventato il suo best-seller. “Huawei è scivolato dietro Apple per brevissimo tempo, nel primo trimestre del 2017”, ha dichiarato l’analista di Canalys Ben Stanton.

Stanton ha aggiunto: “Apple ha fatto un ottimo lavoro sull’aumento di vendite puntando molto sull’iPhone 7 Plus, mentre Huawei ha risentito della sua politica aggressiva di fine 2016. Ma in questo 2017, Huawei é tornata, crescendo dell’11 per cento nel secondo trimestre del 2017, grazie all’ampia gamma di prodotti proposti al pubblico”. Canalys ha sottolineato che, nel trimestre, una delle novità é stata rappresentata da Xiaomi, che ha raggiunto il quarto posto, ricordiamo che non é presente ufficialmente in Europa ma solo in Oriente.

Leggi anche:  Xiaomi Mi 7 riconoscerà il tuo volto e si ricaricherà con l'induzione

Xiaomi-teaser-weibo

Nonostante ció, é riuscita a spedire ben 1,1 milioni di dispositivi nell’Europa centrale ed orientale nel secondo trimestre, raggiungendo una quota di mercato del 7%. Il grande successo é stato ottenuto grazie alla sua gamma di smartphone Redmi, che propone prodotti validi a prezzi molto bassi. Il Redmi 4A è stato il best-seller, con più di 350.000 unità spedite nel Q2.

Xiaomi vuole replicare il rapido successo di Huawei“, ha dichiarato l’analista di Canalys, Tim Coulling.
Culling ha inoltre affermato: “Sono aziende molto diverse, Huawei ha utilizzato il suo business di networking, Xiaomi funziona diversamente, basandosi su una partnership con il distributore polacco ABC Data, che ha rapidamente ridimensionato gli smartphone Xiaomi nella più grande e- Commerce platform, Allegro e importanti rivenditori, come Media Markt, Media Expert e Komputronik. Per continuare l’espansione globale, deve evitare il contenzioso, ottenendo il permesso di utilizzare i propri brevett L’azienda deve reclutare dei partner che possano aiutare a stabilire il marchio Xiaomi in un mercato sempre più complicato“.