whatsappCon gli ultimi aggiornamenti Whatsapp non solo è diventato completamente gratuito ma ha anche inserito moltissime funzionalità i più e miglioramenti della privacy. La possibilità di scrivere in grassetto o corsivo e quella di nascondere ultimo accesso e conferma di lettura sono ormai conosciute da tutti ma ci sono ancora trucchi di Whatsapp che in molti non pensano nemmeno possibili.

Scoprire se un contatto ci ha salvati in rubrica

Uno dei trucchi più interessanti prevede l’utilizzo dei broadcast, gruppi dove solo il creatore riceve le risposte degli altri utenti. La procedura prevede di creare un broadcast con all’interno almeno una persona che sappiamo averci salvato con certezza e la persona da indagare. Basta poi inviare nella chat un qualsiasi messaggio e una volta fatto cliccare sulle info messaggio per accedere alla schermata che mostra consegnato e letto. Ora basti sapere che da un broadcast si riceve solamente se si ha salvato in rubrica il numero che invia, in caso contrario non si riceve nulla. Dalle info messaggio si vedrà a seconda del caso un contatto, salvato sicuramente, accompagnato o meno dall’altro. Se il contatto da controllare si dovesse trovare su consegnato o solamente su rimanente alla consegna vorrà dire che ha salvato il numero.

Recuperare chat cancellate

Può capitare di cancellare per sbaglio una chat importante o contenente informazioni da non perdere come password e codici irrecuperabili o più semplicemente ci si può pentir di averla cancellata. In questo non c’è da disperare perché Whatsapp non elimina realmente i messaggi dal dispositivo ma piuttosto non li mostra nella schermata dell’applicazione. Cercando nella memoria del telefono o sulla SD card si incontra una cartella denominata “Whatsapp” all’interno della quale è presente una seconda cartella chiamata “database“. Qui sono salvate tutte le conversazioni in formato msgstore.db.crypt, illeggibile dal telefono senza l’utilizzo di app scaricabili dallo store, ovvero dei semplici editor di testo. Il trucco insegna anche cosa fare nel caso si vogliano eliminare definitivamente le tracce di qualcosa, cancellandole da lì sono perse per sempre, almeno su quel dispositivo.

Leggi anche:  WhatsApp: cosa sono le truffe SCAM, quanto sono pericolose e i metodi per evitarle

Leggi: La guida completa per recuperare le chat

Condividere file di ogni genere

Whatsapp permette di condividere solo audio, immagini, documenti e video. Con questo trucco è possibile inviare ogni genere di file semplicemente sfruttando dei link. Con l’applicazione CloudSend collegata ad un account DropBox è possibile svolgere in automatico il processo di caricamento online del file e condivisione del link. Basta entrare su CloudSend e cliccare condivi con Whatsapp una volta aperto un file, in automatico verrà generato un link da condividere che porta direttamente a un file Dropbox da scaricare, sicuro e veloce.