Samsung Galaxy S9 sarà dotato di una batteria più capiente rispetto agli ultimi device Samsung, grazie allo sviluppo di una nuova tecnologia che riguarderà in particolar modo la scheda madre.

Secondo i media coreani ETNews, infatti, gli ingegneri dell’azienda coreana starebbero progettando un nuovo tipo di scheda madre, basata sulla tecnologia SLP (Substrate Like PCB): attraverso la miniaturizzazione dei componenti, la scheda madre dovrebbe espandersi più in altezza che in ampiezza, permettendo l’installazione dei componenti su più strati. In questo modo Samsung potrà sfruttare al meglio l’interno della scocca degli smartphone.

Samsung potrà così montare una batteria più capiente nel suo prossimo dispositivo Galaxy S senza rendere il device più ingombrante.

Differenze tra versione Qualcomm e versione Exynos

Sembrerebbe però che non tutti gli stabilimenti produttivi del colosso coreano siano in grado di portare a termine schede madri di questo tipo: ragione per cui la novità potrebbe interessare soltanto la variante Exynos di Galaxy S9, escludendo quella Qualcomm, che utilizzerà ancora la tecnologia HDI (High-Density Interconnect) meno efficiente.

In passato, poche erano le differenze tra le varianti Qualcomm (di solito vendute in Occidente) dalle versioni Exynos dei telefoni cellulari di Samsung – salvo per alcune differenze di prestazioni minori. Ma questa volta se le due versioni dovessero utilizzare schede madri differenti, potrebbe significare che i due device saranno dotati di batterie diverse o addirittura caratterizzati da dimensioni diverse!

Immaginare che Samsung possa fare brutte figure nel comparto batteria, dopo l’esperienza più che mai negativa di Galaxy Note 7 (ricordate?), non sembra possibile. Come altrettanto sembra controversa la scelta di produrre Galaxy S9 con batterie diverse per diversi mercati. Vedremo se i nostri dubbi saranno sciolti da Samsung nelle prossime settimane. Continuate a seguirci qui su TecnoAndroid.it!

 

Leggi anche:  Galaxy S9 ed S9+: ecco quanto costeranno al lancio i due nuovi top