WhatsApp
Ennesima truffa su WhatsApp, questa volta un messaggio che promette scorte infinite di Baci Perugina attiva costosissimi servizi in abbonamento

WhatsApp, ahinoi, non è purtroppo esente da pericoli; la grande diffusione del client di messaggistica di proprietà del gruppo Facebook che in Italia, come vi abbiamo illustrato la scorsa settimana, fa registrare tutt’ora numeri mostruosi, è causa d’altro canto di inconvenienti di questo tipo. Le truffe veicolate attraverso l’app infatti sono da sempre molteplici, è sempre bene quindi tenersi informati per evitare di cascarci come polli.

Dopo quella che avevamo riportato pochi giorni fa che attraverso un messaggio, sempre via WhatsApp, cercava di rubare le credenziali PostePay degli utenti meno attenti, eccone arrivare un’altra in breve tempo. Questa volta si tratta di una truffa che, usando il noto marchio dolciario “Perugina”, cerca di rifilarvi con l’inganno abbonamenti a servizi molto costosi che andranno a ‘rubare’ soldi dal vostro credito telefonico.

Il messaggio, che arriva da un numero sconosciuto, vi comunica il fatto che Perugina, per festeggiare il suo compleanno, avrebbe deciso (con una mossa di marketing quantomai scaltra eh!) di regalare 10.000 confezioni di Baci Perugina. Il link allegato al messaggio, se cliccato, riporterà l’utente ad un sito dove si dovrà partecipare ad un sondaggio per ricevere i gustosissimi cioccolatini di San Valentino. Ovviamente, rispondere alle domande proposte nel sondaggio, non solo non vi farà guadagnare nemmeno un cioccolatino ma vi abbonerà automatica ai tristemente noti servizi a pagamento settimanali che andranno a prosciugare inesorabilmente il vostro credito telefonico.

Leggi anche:  WhatsApp: trucchi, truffe, bug e aggiornamenti

Se doveste essere cascati nel raggiro, il consiglio che vi diamo è di chiamare subito l’assistenza clienti del vostro gestore telefonico e farvi annullare l’abbonamento chiedendo un risarcimento. Tendenzialmente gli operatori sono in grado di risarcirvi interamente in pochi minuti e danno la possibilità di disattivare in maniera preventiva tutti i servizi in abbonamento così da non farvi più incorrere in spiacevoli sorprese come questa.

La Polizia di Stato attraverso i suoi canali social ha segnalato il tentativo truffaldino e ha esortato gli utenti alla segnalazione alle autorità nel caso venga ricevuto questo messaggio o altri messaggi simili.