Ordinare un pacco, aspettarne l’arrivo con trepidazione, controllarne il percorso passo passo, aspettare ore in casa… Niente paura, il corriere arriverà proprio nel momento in cui voi siete fuori casa, magari a lavoro o per inconvenienti vari. Amazon, il famosissimo master per gli acquisti online, ha tentato in ogni modo di ovviare al problema: ad oggi è possibile scegliere tra molteplici tipi di spedizione, esprimere preferenze sui giorni in cui si vuole ricevere, ma ciò non toglie che un imprevisto -un impegno improvviso o un ritardo del corriere- possa allungare la trafila, con la necessità di riprogrammare la consegna.

Amazon Hub, l’evoluzione del Locker

Già da diverso tempo è  giunta in Italia la possibile soluzione al problema: Amazon Locker, armadietti hi-tech posizionati presso i luoghi pubblici dove il corriere deposita la consegna, e l’acquirente la ritira -entro tre giorni- inserendo la password che gli viene comunicata via mail. Da questa idea nasce Amazon Hub, l’ upgrade dell’ormai popolare Locker. Disponibile per ora solo in America, Amazon Hub viene installato nei condomini e garantisce ad ogni residente uno spazio privato personale, dove può ricevere consegne di ogni ordine effettuato online: Amazon infatti si pone da intermediario anche con altri siti web al fine di migliorare il servizio di consegna.

Proprio come Amazon Locker, il nuovo Hub potrebbe prendere presto piede anche in Italia, offrendo  una grande facilitazione per chi si dedica allo shopping online, nonché incuriosire quelli che preferiscono acquistare in negozio .

Leggi anche:  Amazon: il nuovo trucco per ottenere prodotti Gratis o super scontati