La società re dell’e-commerce è in continuo aggiornamento per regalare ai propri clienti un servizio sempre più ottimale e all’avanguardia.

Amazon sta imparando a ragionare come le aziende, le quali sono continuamente alla ricerca di nuove informazioni, dati sui clienti, potenziali e non, attraverso metodi innovativi.

Secondo le prime indiscrezioni, Amazon sarebbe pronta a sfruttare, nel migliore dei modi, i droni per le consegne, reperendo tutte le informazioni necessarie, in modo tale, da poter proporre delle offerte dedicate al cliente.

Nuova funzionalità per i droni Amazon

Amazon, in questi giorni, sta analizzando un brevetto depositato presso lo UPSTO (Ufficio statunitense dei brevetti e dei marchi di fabbrica), per capire in modo dettagliato ciò di cui ha effettivamente bisogno il cliente. Si è arrivati ad una conclusione, ovvero, i droni “busseranno” alla porta per consegnare il pacco al cliente, e contemporaneamente, scatteranno delle foto all’interno e all’esterno della sua abitazione.

Tali foto metteranno in evidenza, ciò di cui ha veramente bisogno il cliente, ad esempio, se il giardino è trascurato utilizzare alcuni prodotti per mantenerlo costantemente ben curato. Detto ciò, Amazon potrebbe impiegare i droni per “studiare” le abitazioni presso cui vengono effettuate le consegne, proponendo ai clienti prodotti e soluzioni specifiche sulla base di quanto il drone stesso ha rilevato. Inoltre, per non andare in contro a delle problematiche relative alla privacy, sarà il cliente a dare il consenso al drone di “spiare” la sua abitazione, tramite raccolta dati.

Leggi anche:  Amazon: spedizioni in ritardo? Colpa del corriere SDA

E’ questo l’obiettivo di Bezos, fondatore del colosso americano dell’e-commerce, aumentando, di conseguenza, i propri ricavi.