Negli ultimi anni, si sta combattendo una “battaglia” tra gli utenti Android e gli utenti iOS, quest’ultimi, essendo più popolari, si vantano di possedere un dispositivo migliore, rispetto, ai fan del robottino. Nell’acceso diverbio da ambo le parti, i fan della mela dichiarano di avere una migliore ottimizzazione del sistema operativo iOS, facendo pensare che Android consuma più RAM.

In merito, il blog Android Authority, ha eseguito alcuni test sulle applicazioni e sui smartphone, sia iOS che Android, arrivando a delle delucidazioni.

RAM: chi la consuma maggiormente?

La RAM, in inglese, Random Access Memory, è un tipo di memoria volatile ad accesso casuale, utilizzata dalla CPU per tenere ed eseguire applicazioni.

I primi test sono stati effettuati, utilizzando un iPhone 7 e un Nexus 5X, poiché si tratta di due smartphone che hanno lo stesso quantitativo di RAM (2GB).

Dalla foto, si può notare che il sistema operativo Android consuma meno RAM rispetto al sistema operativo iOS. Nel dettaglio, il Nexus 5X utilizza circa 100MB di RAM in meno per l’OS: appena avviato, il dispositivo ha 840MB di RAM disponibile, mentre iPhone 7 ha 730MB di RAM disponibile.

Adesso passiamo all’esecuzione delle applicazioni, dove ci potrebbero essere alcuni cambiamenti.

Come possiamo vedere in questo grafico, ci sono alcune applicazioni che consumano più memoria su Android, ed altre che consumano più RAM sui iOS.

Leggi anche:  Samsung Galaxy Note 9, tutte le novità e arriva il lettore di impronte on-screen

Ciò che veramente cambia tra Android ed iOS è quel che avviene prima di killare (terminare) un’applicazione. Per quanto riguarda Android, se la RAM disponibile non è sufficiente per avviare un software, il sistema operativo utilizza una funzione chiamata zRam che serve a ridurre lo spazio occupato dalla RAM, inclusa nel kernel Linux.

Invece, il discorso sul sistema operativo iOS è diverso, perché quando mandiamo un’applicazione in background (app non utilizzata momentaneamente dall’utente) sul sistema operativo dell’Apple, questa riduce drasticamente lo spazio occupato in RAM.

Ad esempio, prendiamo l’applicazione Crossy Road che quando si trova in foreground (applicazione attualmente in esecuzione), il gioco occupa 308MB, mentre quando passa in background consuma 6,94MB di RAM.

Facendo le nostre considerazioni finali, ad oggi, non si riesce a trovare una soluzione certa, visto che Apple non rilascia molte informazioni sul funzionamento interno di iOS. Probabilmente, quest’ultimo può permettersi di ridurre così tanto lo spazio occupato e le funzioni dalle app in background, grazie a processi di ottimizzazione.