Arto Nummela, amministratore delegato della HMD Global, ha lasciato l’azienda per motivi personali, a distanza di un anno dall’acquisto dei diritti per utilizzare il marchio Nokia nella produzione dei nuovi device.

Si è dimesso il CEO di HMD Global

Il ritorno del marchio Nokia nel panorama smartphone è stato accolto positivamente dal mondo tecnologico, ma molto probabilmente sapete che, i dispositivi lanciati sul mercato in questi mesi detengono il logo Nokia, ma sono, in realtà, fabbricati e commercializzati da una compagnia finlandese, la HMD Global. Il lancio dei nuovi device  ha suscitato un grandissimo entusiasmo, riscuotendo un enorme successo con il lancio del Nokia 3310 e del Nokia 6.

Questo importante risultato è da attribuire, in gran parte, al lavoro svolto dall’aministratore delegato Arto Nummela, che è entrato a far parte dell’azienda lo scorso anno, dopo aver lavorato in Nokia per un decennio oltre che in Microsoft, HTC e Orange. HMD Global ha annunciato, in questi giorni, che Nummela non sarà più il CEO della società. In una dichiarazione inviata alla stampa, l’azienda spiega che Nummela ha lasciato l’azienda per motivi personali e che è stata una decisione presa in estrema condivisione.

La ragione esatta dietro alla decisione congiunta tra Nummela ed il consiglio direttivo di HMD Global non è ancora del tutto chiara ed è, ancora, troppo presto per sapere se questa improvvisa separazione causerà un impatto negativo sulle strategie, sui bilanci e soprattutto, sul rapporto di collaborazione tra HMD ed il brand Nokia. Mentre il Nokia 6 sta ottenendo un notevole successo in tutto il mondo, questa notizia potrebbe portare a diversi squilibri interni ed esterni, inoltre, non rappresenta proprio il miglior momento, in quanto arrivata prima del presunto lancio del nuovo top di gamma.

Leggi anche:  HMD Global sbloccherà il bootloader degli smartphone Nokia con Android