WhatsApp Beta
WhatsApp si aggiorna nel canale beta introducendo la funzionalità di Picture-in-Picture durante le video chiamate ma solo su Android O. Quando potremo utilizzarla tutti?

Non si può certo dire che il team di sviluppo di WhatsApp stia con le mani in mano, da quando infatti il client di messaggistica istantaneo è passato nella mani del gruppo Facebook, WhatsApp è diventato una fucina di upgrade e nuove funzionalità che, prima di quel momento, stentavano ad arrivare.

Questa volta, il nuovo aggiornamento in beta, però, è fruibile solo dai pochi utenti che hanno deciso di provare in beta sul proprio dispositivo la nuova versione del sistema operativo di Google, la preview di Android O. WhatsApp, aggiornatosi alla versione 2.17.265 ha introdotto solo per chi usa l’ultima versione del robottino verde, il supporto alla funzionalità detta Picture-in-Picture (PiP) per le video chiamate.

Sebbene Android 8.0 non sia ancora disponibile in versione finale, gli sviluppatori stanno testando una valanga di nuove funzionalità per il nuovo OS che arriverà, probabilmente dopo l’estate e i risultati che stanno venendo a galla sembrano davvero interessanti. La funzione di Picture-in-Picture permette, durante una video chiamata su WhatsApp, di ridurre la finestra della video chiamata stessa, quella in cui siamo in grado di guardare il nostro interlocutore, ad un piccolo riquadro mobile che ci consente di utilizzare le funzionalità del nostro smartphone anche mentre siamo impegnati in una conversazione. Potremo pertanto, durante una video chiamata, rispondere ad altri messaggi su WhatsApp, inviare file o contatti e quant’altro. Non è ancora chiaro se sia possibile utilizzare, oltre alle altre funzionalità dell’app, anche altre app diverse come Chrome o Gmail, tuttavia ci sembra davvero un’ottima novità.

Purtroppo, ricordiamo, al momento la funzionalità è in test nella versione beta di WhatsApp, alla quale potrete iscrivervi da questo link, e solo per coloro che posseggono uno smartphone con installata la preview di Android O, tutti gli altri utenti purtroppo non possono accedere a questa caratteristica e dovranno dunque aspettarne il rilascio ufficiale che potrebbe avvenire non troppo presto.

Leggi anche:  WhatsApp: i trucchi nascosti che tantissimi utenti non conoscono