Internet non può fare a meno della pubblicità e la pubblicità non può fare a meno di internet, forse un giorno dovremo farcene una ragione.

Nelle ultime ore, attraverso il portale VentureBeat, è arrivato un duro colpo per tutti coloro che odiano navigare sul web invasi da annunci commerciali di ogni tipo: dopo i grandi social (Facebook, Instagram, Twitter), anche una chat ben presto si doterà delle pubblicità in bella mostra. Stiamo parlando di Messenger, seconda piattaforma di messaggistica istantanea dietro il colosso WhatsApp.

Dopo aver concluso un iter di sperimentazione attivato in Australia ed in Thalandia, il servizio di Facebook rilascerà questa novità (non troppo gradita) a tutti gli utenti nel corso dei prossimi mesi. Probabilmente già entro la fine del 2017 la maggior parte degli iscritti a Messenger sarà in grado di visualizzare correttamente annunci pubblicitari.

Questi, compariranno sulla pagina principale dell’app, la cosiddetta “Home” dove è possibile osservare le ultime conversazioni, gli Stati, i gruppi aperti e tanto altro. Ancora da definire, invece, il modo con cui le persone interagiranno con la pubblicità: non è stato chiarito se le voci compariranno in stile Instagram (sotto forma di “Storie”) o in stile Facebook (pubblicità statica presente fissa sullo schermo).

Prima di decidere il social andrà a consultare i suoi clienti attraverso sondaggi vari e feedback.

La scelta di Facebook è chiara e da qui non si torna indietro. D’altronde gli stessi dirigenti dell’azienda sono stati chiari: al giorno d’oggi in rete è con gli annunci che si fanno i soldi e quindi questa strada sarà percorsa senza non troppe preoccupazioni.