Tutti dicono che Facebook è il luogo del virtuale, una piazza immaginaria dove è possibile incrociare ed incontrare migliaia, milioni – se non miliardi – di persone comodamente dallo schermo di uno smartphone o di un pc. Tutto sicuramente vero, nonostante le cose ben presto potrebbero cambiare.

Facebook sta pensando infatti di trasformare la sua virtualità in una realtà vera e quotidianità, fondando una cittadina in California, ovviamente nella Silicon Valley.

Mark Zuckerberg ha già avallato il progetto che prevede, entro il 2021, la nascita di un nuovo borgo di proprietà del social alle spalle dell’attuale quartier generale dell’azienda a Menlo Park. L’area sarà caratterizzata dai servizi che compongono tutte le aree urbane che si rispettano: mezzi pubblici, ampi spazi verdi, parchi, farmacie, negozi ed ovviamente appartamenti.

Questi, secondo quando normalmente ci si potrebbe attendere, non saranno destinati in esclusiva ai dipendenti di Facebook e saranno, cosa molto importante, anche relativamente economici. Il social, infatti, attraverso la costruzione di questa cittadina intende regalare alla comunità un luogo aperto ad ogni tipologia di abitante. L’obiettivo è quello di rendere l’area della Silicon Valley molto più a misura d’uomo di quanto non lo sia ora, a causa dei prezzi in affitto che possono superare anche i 3mila dollari al mese!

Insomma, tutto sembra essere apparecchiato per il meglio. Nel 2021 sarà inaugurata “Facebook City”…