samsung galaxy note 7
Samsung Note 7

Negli ultimi mesi abbiamo tanto discusso a riguardo del Galaxy Note 7, phablet di Samsung, finito sotto l’inquisizione comune a causa dello scandalo delle batterie esplose ed infuocate nel corso dello scorso autunno. La casa sudcoreana, inizialmente, ha tolto il dispositivo dal mercato con l’intenzione di chiudere per sempre la pagina forse più scura di tutta la sua storia.

Con il tempo però – anche grazie all’avanzamento delle tecnologie messe in pratica in laboratorio – Samsung è ritornata sui suoi passi ed oggi il Galaxy Note 7 gode di una nuova vita, con anche un nome nuovo: Note 7 FE. Questo device, è da ora 7 Luglio, disponibile sul mercato, esclusivamente però per il pubblico sudcoreano. Il prezzo di lancio, come vi avevamo annunciato, non è poi molto economico per uno smartphone rigenerato: circa 620 dollari.

Le novità di questa versione FE rispetto al Note dello scorso anno sono poche ma rilevanti. Oltre ad aver aggiustato i problemi di affidabilità, Samsung ha dotato il suo device con Android Nougat, ha predisposto l’integrazione con l’intelligenza artificiale Bixby ed ha diminuito la potenza della batteria.

Secondo i piani attuali della casa asiatica, questo cellulare non dovrebbe essere disponibile (almeno a breve) per il pubblico occidentale. L’intenzione di Samsung in questo momento per l’Europa e gli USA è quella di preparare il terreno per l’uscita del nuovo Note 8.