LG Pay

Non tutti forse lo sanno, ma anche LG – come Samsung e come Apple – si è dotata da circa un mese di un suo sistema di pagamento elettronico. Il servizio si chiama LG Pay ed è ora disponibile solo ed esclusivamente in Corea del Sud. Il suo funzionamento è del tutto simile a quello dei principali competitors. Si associa una carta di credito sul proprio smartphone ed una volta in negozio, con un sistema wireless è possibile pagare senza estrarre ogni volta la carta e senza comporre ogni volta il pin.

Gli sviluppatori di LG in questo periodo iniziale di vita, stanno notando che il servizio sta procedendo a gonfie vele, specialmente per la fascia di pubblico di riferimento, quella degli individui dai 30 ai 40 anni. Per questo motivo, nella stanza dei bottoni della società asiatica si sta decidendo sul futuro, con un grande interrogativo: fare il grande passo per i mercati occidentali o aspettare ancora?

La risposta a questa domanda sembra più protendere verso la prima ipotesi. LG sta seriamente valutando una sua estensione del servizio, specialmente in Europa per far concorrenza al diretto rivale Samsung, più che ad Apple.

Inoltre sempre legata alla funzione Pay, l’azienda sta valutando di estendere la compatibilità al servizio con nuovi smartphone, a partire dal prossimo LG V30.