La stupidità è un concetto che non conosce nazionalità, età o etnia. Purtroppo chi nasce stupido è destinato a convivere con questo triste destino sino al momento in cui non arriva a pagare le conseguenze di atti avventati. La storia che vi stiamo per raccontare ha davvero dell’incredibile: una ragazza americana, 19enne, tale Monalisa Perez, molto famosa sui social network ha ucciso accidentalmente il suo fidanzato, 22enne, Pedro Ruiz III, dopo che i due si erano messi d’accordo per girare un video virale da pubblicare su YouTube.

Entrambi volevano spopolare sul web con un filmato davvero agghiacciante. Il copione prevedeva che la ragazza avrebbe dovuto sparare Ruiz a 30 metri di distanza con una pistola. Il proiettile si sarebbe dovuto infrangere su un libro presente sul corpo del giovane uomo, senza ferirlo o ucciderlo. Come ovvio, le cose non sono andate secondo i piani ed il soggetto per un video su YouTube si è clamorosamente trasformato in un omicidio.

Leggi anche:  Galaxy Note 9: spuntano nuovi video con le caratteristiche tecniche

Per fortuna, il video non è stato caricato sulla piattaforma. Monalisa Perez però ora è lo stesso nei guai. Arrestata subito dalle forze dell’ordine, ora dovrà rispondere delle accuse di omicidio volontario e rischia una pena sino a dieci anni di galera.

Questa storia mette in risalto due gravi problemi: uno interno negli Stati Uniti, uno globale. Da una parte abbiamo ancora una volta un omicidio provocato dalla diffusione folle ed irreale di armi da fuoco all’interno degli States; dall’altra parte invece abbiamo un dramma causato da una spasmodica ricerca di celebrità online. I social, YouTube e tanti altri servizi del web stanno finendo per rincretinire sempre più persone.