Google Chrome pubblicità ads
Nella lotta alla pubblicità invasiva, Google ha deciso di dare un ultimatum a chi abusa degli strumenti di pubblicazione pubblicitari

La suite delle GApp sta crescendo come diffusione e come funzionalità in tutto il mondo. Questa crescita è sottolineata dalla diffusione anche tra gli utenti enterprise a cui l’azienda di Mountain View guarda con estremo interesse. Infatti ad oggi sono più di tre milioni di aziende paganti che utilizzano le applicazioni proprietarie di Google.

All’interno della G Suite è presente Gmail, l’app per la gestione degli account di posta elettronica. Al momento la versione enterprise di Gmail non viene utilizzata per fornire agli utenti pubblicità personalizzate sul contenuto delle mail. Per questo motivo Google ha deciso di offrire lo stesso servizio anche sulla versione consumer e gratuita.

Google così assicura che la versione free di Gmail, presente sul Play Store, non verrà scansionata per ottenere informazioni personalizzate da utilizzare per mostrare pubblicità mirate. La decisione quindi segue la linea degli altri prodotti della G Suite. In questo modo la decisione passa in mano agli utenti che potranno personalizzare le proprie preferenze.

Questo si traduceva praticamente nella possibilità di vedere annunci basati sullo scambio di email con altri utenti. Se per esempio all’interno del testo citiamo più volte un particolare smartphone o PC, Google automaticamente ci mostrava annunci relativi a questo particolare device. Da oggi in poi non sarà più così, sarà possibile evitare il monitoraggio delle email ma basare l’algoritmo di Google sulle preferenze di ricerca o di visualizzazione dei video su YouTube, ma non sul contenuto delle email.

Leggi anche:  Google Pixel Buds, gli auricolari smart di Big G arrivano sul mercato

La decisione è stata presa considerando il valore di Gmail, uno trai i principali provider globali che conta più di 1,2 miliardi di utenti. I vantaggi di utilizzare questo servizio sono enormi, come per esempio la protezione attiva da spam, hack e phishing. Le funzionalità si stanno evolvendo come per esempio le Smart Reply che rendono più facile e semplice rispondere alle mail.

Gmail e l’intera G Suite vuole essere un punto di riferimento per gli utenti con l’obiettivo di garantire sempre la privacy e la sicurezza.