Google Glass Explorer, la prima versione dei Google Glass

Il progetto Google Glass è stato definitamente chiuso e abbandonato dall’azienda di Mountain View nel corso dello scorso anno, il 2016. Tuttavia un recente evento lascia intendere che tale progetto possa essere stato solo accantonato in attesa di ulteriori sviluppi.

Infatti nel corso delle scorse ore i Google Glass sono tornati a far parlare di se. Gli occhiali dotati dei più moderni sensori in grado di analizzare l’ambiente circostante e fornirci le risposte alle nostre domande proiettandole sulle lenti sono ancora vivi.

Recandosi nella pagina di supproto dedicata ai Google Glass, ecco che appare un nuovo aggiornamento caratterizzato dal numero di versione Xe23 pubblicato il 20 giugno 2017. Il changelog è molto corto e riporta soltanto due voci. La prima riguarda l’estensione del supporto e della compatibilità con dispositivi Bluetooth tra cui anche le periferiche di input come le tastiere. Il secondo riguarda i bugfix generali e miglioramenti delle performance. Entrambe le voci non solleverebbero nessun dubbio se non si trattasse di un progetto abbandonato ormai da un anno.

Al momento non è chiaro se la base di sviluppo dei Google Glass sia servita per la realizzazione di un nuovo modello tecnologicamente più avanzato o meno. Non ci sono notizie in merito da molto tempo ma questo update lascia molto sorpresi. Non ci resta che attendere ulteriori sviluppi, chissà se Big G non abbia intenzione di sorprendere i propri utenti in concomitanza con la presentazione dei nuovi Pixel 2.