Il libero mercato della telefonia ha prodotto una corsa ad all’accaparramento degli utenti. Il vantaggio è tutto di chi ormai è considerabile “smartphone addicted”, ossia di tutti quegli italiani che utilizzano costantemente il proprio device durante la giornata. Le due compagnie che come brand e posizionamento sono considerate di fascia alta sono TIM e H3G: due storie diverse, due tipologie di promozioni probabilmente agli opposti. La TIM è di fatto il primo operatore diffusosi sul territorio nazionale con il nome di SIP, e vanta ben 31 milioni di SIM attive dominando il mercato. Un dominio riscontrabile anche con l’estensione della rete 2G, 3G e 4G per gran parte della popolazione. Lo storico marchio nazionale è quindi sinonimo di affidabilità, e negli ultimi anni si è “svecchiato” per venire incontro alle esigenze della propria clientela. D’altra parte, la Tre è la società di telecomunicazioni gestita dal gruppo Hutchinson-Wampoa, e vanta il più grande numero di clienti al mondo per quel che concerne la rete 3G. La H3G, conosciuta in Italia con il nome di Tre, però, sul territorio nazionale non può vantare i numeri della concorrente, ma si propone sul mercato con una serie di offerte vantaggiose.

Le offerte della TIM: un mondo a misura dei più giovani

Con una serie di operazioni di marketing, la TIM ha svecchiato la propria immagine, proponendosi non solo alla “classica” audience fatta di lavoratori. Di conseguenza, anche le offerte si sono adeguate ai tempi. Eliminando i costi di attivazione, TIM si posiziona sul mercato dei pacchetti con la Zero Scatti New, a cui aggiungere Tim special voce e dati, che con 15 euro al mese da diritto a 1000 minuti e a 4 giga di traffico internet.

Per gli italiani con meno di 30 anni i vantaggi sono ancora più evidenti: con la Tim Young&Music Limited Edition sono disponibili, al costo di 9,99 euro ogni 28 giorni chiamate verso tutti i dispositivi per 500 minuti, 5 gigabite di traffico e altri 5 riservati alla musica in streaming dalle app più conosciute: da iTunes a Spotify, passando per Apple Music e Google Play Music, senza dimenticare le principali radio italiane. Non sono inclusi nel piano tariffario, invece, l’acquisto dei brani musicali, la visualizzazione di video musicali sulle principali piattaforme e i download.

L’attivazione ha un costo di 3 euro per chi passa a TIM entro il 25 giugno attivando una nuova linea o da un altro operatore con il mantenimento del proprio numero, ma chi attiva la promozione online usufruirà di un periodo di 4 settimane totalmente gratuito e vedrà azzerati i costi di attivazione. Se si vuole abbinare alla promozione anche uno smartphone, sarà possibile accedere a sconti appositi o dilazionare il pagamento durante il periodo della promozione. Non è però finita qui, visto che con pochi euro in più è possibile ampliare il pacchetto con minuti, sms o giga extra.

Le altre promozioni TIM:

Le offerte della TRE: si fa all-in ma senza giocare a poker

Nonostante un numero di clienti più risicato, la TRE non si sottrae in quanto ad offerte per coccolare i propri clienti e chi vuole cambiare operatore. In tal senso, la tariffa “base” è la 3 Play GT5: con 5 euro di attivazione e 9 di attivazione da pagare una tantum, il cliente avrà a disposizione 1000 minuti e 10 giga, migliorando, soprattutto nel lungo periodo, l’offerta TIM. Chi però ha bisogno di tariffe speciali o di associare l’acquisto di uno smartphone, può fare letteralmente “All-in”. Non si tratta di una giocata del poker, ma del nome dei vari piani H3G. Si parte dalla All-in smart, che prevede 400 minuti, 400 sms e 4 gb al costo di 9 euro. Costo identico per la All-in prime, l’offerta ricaricabile che prevede un impegno di 30 mesi e un addebito sulla carta di credito per un minutaggio illimitato delle chiamate, a cui si aggiungono 400 sms e 8gb di traffico dati. Molto vantaggiose anche le offerte che abbinano la rete mobile alla connessione tramite Pocket o Cube, che oscillano tra i 10 e i 15 euro al mese. Anche in questo caso, tariffe agevolate e sconti importanti per chi abbina al piano l’acquisto di uno smartphone, anche se la formula prevede un anticipo pari all’incirca ad un terzo del valore del dispositivo.

Le altre notizie su TRE:

Il verdetto sulle tariffe migliori
La copertura di rete pressoché totale sul territorio nazionale e l’estensione delle offerte pendono a vantaggio della TIM, che però paga in termini di costo del servizio decisamente più elevati. Altro vantaggio per TIM la possibilità di strizzare l’occhio ai più giovani, opzione che rende più competitivi i piani tariffari del colosso nazionale.