Galaxy Note 8
Secondo il sito coreano News1, Samsung avrebbe tentato senza successo di implementare il lettore di impronte digitali nel display di Samsung Galaxy Note 8.

Se solo ieri avevamo paventato l’ipotesi che il prossimo Samsung Galaxy Note 8, il phablet flagship del colosso coreano che ha l’annoso compito di far dimenticare all’utenza il clamoroso flop del suo predecessore Samsung Galaxy Note 7, potesse montare un lettore di impronte digitali integrato nello schermo, oggi dobbiamo invece pubblicare una clamorosa smentita.

La questione del sensore di impronte era già venuta fuori prima dell’uscita del ‘fratello minore’ di Galaxy Note 8, S8 ed S8+ infatti avrebbero già potuto integrare questa features diventando i primi devices a montare un sensore di impronte digitali direttamente nel display, tuttavia la poca chiarezza di Samsung in merito si tramutò in una piccola delusione per gli utenti che hanno poi visto il lettore di impronte montato nella parte posteriore in una posizione, tra l’altro, un po’ scomoda.

Stessa cosa probabilmente succederà con Galaxy Note 8, il nuovo phablet di Samsung, infatti, secondo quanto riportato dal sito News1, non monterà il chiacchierato lettore di impronte sotto il display e, essendo lo stesso display costruito in maniera similare a quello di S8 ed S8+ e quindi non prevedendo tasti fisici nella parte frontale, il lettore di impronte digitali sarà necessariamente posto sulla back cover sotto la fotocamera posteriore.

Leggi anche:  Samsung Galaxy S6 ed S6 Edge, in arrivo l’aggiornamento XXU5EQI6: BlueBorne e prestazioni

Secondo il report di News1 la motivazione è presto detta, un dipendente del colosso coreano avrebbe difatti dichiarato al sito: “Abbiamo profuso ogni sforzo nell’installazione di un sensore di impronte digitali che fosse integrato nel display di Galaxy Note 8, ma abbiamo infine deciso di non installarlo a causa varie limitazioni tecniche che riguardano anche la sicurezza”. Questo significa che Samsung, nonostante gli sforzi profusi, non sarebbe riuscita a creare un prototipo del phablet in grado di funzionare come da aspettative, tuttavia la notizia può essere considerata anche in maniera positiva in quanto, nonostante questa volta l’implementazione sia fallita, gli sforzi di Samsung stanno andando in questo senso per cui probabilmente il lettore di impronte integrato nel display si farà, solo non per questa generazione.