samsung apple

Il primo trimestre del 2017 segna con grande chiarezza quegli che sono gli equilibri storici del mercato degli smartphone. Samsung è l’azienda che vende più device in scala mondiale, ma Apple si conferma leader in campo dei profitti con numeri tali da far annichilire ogni qualsivoglia tipo di concorrenza. A Cupertino quindi c’è da festeggiare, anche se è bene chiarire in principio come nei primi mesi del nuovo anno sia stata ancora forte la spinta dell’iPhone 7.

Samsung, come detto, ha ottenuto un buon risultato in termini assoluti. L’azienda sudocoreana ha ottenuto 1,57 miliardi di dollari di profitti, segnando il 12,9% del mercato relativo agli smartphone. Queste cifre sono in ribasso del 9% rispetto al 2016 (pesa ancora il fattore Galaxy Note 7!), ma sono significative se si pensa che storicamente il primo trimestre è quello più difficile per il brand. In questi dati manca, infatti, ogni tipo di riferimento a Galaxy S8 che dal secondo e terzo trimestre spingerà verso l’alto gli introiti di Samsung.

Apple è regina con cifre più che sbalorditive. A Cupertino nei primi tre mesi sono stati incassati oltre 10 miliardi di dollari, l’83% del totale di tutto il movimento legato agli smartphone. Da gennaio a marzo le vendite degli iPhone hanno quindi toccato picchi più che positivi. Sarà interessante ora vedere se con il proseguo dell’anno, in attesa di settembre, l’azienda americana manterrà questi standard o se subirà un lieve calo.

Resta comunque incontrovertibile il dato che indica Apple e Samsung come unici due grandi brand in grado di portare a casa profitti miliardari dai cellulari. Dietro di loro c’è davvero il vuoto…