Whatsapp Whatshup

Una versione fake, un problema che rischia di affliggere tutti gli utenti Android. Stiamo parlando di Whatshup, un’ applicazione che potrebbe portare non pochi problemi a chi la scarica. A quanto pare questa nuova app ha ricevuto parecchie richieste di download e molti utenti stanno scaricando una versione non ufficiale. A lanciare l’allarme è stata la community ufficiale del sistema operativo, che ha spiegato come fosse rischioso andare a creare il download di un’applicazione non ufficiale. I più informati hanno spiegato come quest’ultima abbia ricevuto ben 50.000 download nel giro di pochissimi minuti.

Leggi anche: Come difendersi dai virus su Whatsapp

Whatsup e il download dal Google Play store

Qualche settimana fa è comparsa una nuova applicazione sul Play store che Google dedica ai propri utenti. Un’applicazione che non desta sospetti a primo impatto, anche perché sembrava quella ufficiale. Dai primi screen pervenuti, ci sono le valutazioni che indicano un ottimo posizionamento, in quanto le stelline sono ben quattro. Tutto nella norma, ma già dal nome dello sviluppatore si sono messi i primi sospetti nei confronti di questa release. Infatti chi aveva messo l’applicazione sul play store aveva omesso il suo vero nome: di certo non possono essere rilasciate applicazioni che in qualche modo richiamino un marchio registrato come il colosso di proprietà di Facebook. Anche il nome ha fatto insospettire i più esperti: infatti l’applicazione ufficiale si chiama Whatsapp Messenger.

I filtri di Google sembrano aver fatto cilecca ancora una volta: un’applicazione non ufficiale e assolutamente impossibile da verificare è stata messa sul mercato. Il colosso di Mountain View ha sicuramente permesso di far entrare l’ennesimo sviluppatore che cercava di lucrare sul nome di una delle app più conosciute ed utilizzate al mondo. Oltre a poter portare ad una possibile violazione del copyright, molti utenti potevano (o possono se ancora non hanno disinstallato il programma) avere problemi relativi alla privacy. Un altro autogoal che potrebbe pesare non poco in caso di risarcimenti o richieste in merito.

Leggi anche: Come scoprire se qualcuno vi spia su Whatsapp

Il rischio pishing e malware

L’applicazione, come già detto, ha sfiorato i 50.000 download dopo pochissimi giorni dalla sua uscita sullo store ufficiale. Numeri comunque elevati per una release non ufficiale: ovviamente il segreto è stato subito svelato, visto che le parole chiave che presentava erano indirizzate proprio agli utenti che ricercavano Whatsapp. Ogni applicazione che viene messa on line ha delle parole chiave: in base a queste parole chiave l’applicazione stessa si piazzerà in base a determinati criteri, in modo tale che compaia nei campi di ricerca dell’utente stesso. E all’interno le parole chiave erano studiate appositamente per poter indirizzare le ricerche degli utenti ignari. Il problema è stato evidenziato su un thread presente su Reddit, che ha smascherato chi cercava di approfittarsene. L’applicazione è stata subito rimossa, ma la sua attività è andata avanti per diverso tempo senza che nessuno facesse nulla.

Leggi anche: Whatsapp, attenti alle truffe

Chi ha ancora questa versione installata sul proprio dispositivo, dovrebbe eliminarla perché non si sa quale problema potrebbe dare in fatto di sicurezza. In applicazioni simili possono nascondersi malware o azioni phishing che possono portare alla mancanza di privacy: chi scarica queste app autorizza legalmente i malintenzionati ad entrare sul proprio dispositivo. Intanto Google vuole correre ai ripari per evitare problemi di qualsiasi genere con i propri utenti: serve più sicurezza e stabilità per evitare problemi di qualsiasi genere, anche perché la sicurezza, soprattutto quando si utilizza internet, deve essere all’ordine del giorno per gli sviluppatori.