WhatsApp account scaduto

Gli utilizzatori di WhatsApp non avranno mai pace. La truffa dell’account scaduto riprende a circolare con un nuovo link. Ecco come riconoscerla e difendersi.

WhatsApp, il tuo account è scaduto: è una truffa

WhatsApp account scaduto
WhatsApp, la truffa dell’account scaduto

Il servizio di messaggistica istantanea è costantemente preso di mira da bufalari ed adepti del phishing. Buoni regalo di Zara inesistenti, catene di Sant’Antonio da condividere per evitare catastrofi mondiali e – chiaramente – tentativi di truffa.

Nonostante questi rischi ed i continui blocchi dei server dell’ultimo periodo, gli utenti prediligono ancora WhatsApp per comunicare coni propri contatti. Nonostante il pericolo che le proprie conversazioni siano addirittura spiate! Per non avere problemi è fondamentale quindi stare attenti e riuscire a riconoscere subito i messaggi pericolosi e quelli che vanno semplicemente ignorati.

Ieri la Polizia di Stato, direttamente sulla pagina Facebook ufficiale, ha messo in guardia gli utilizzatori di WhatsApp a proposito di un nuovo tentativo di truffa. In realtà, il messaggio gira da poco sul servizio di messaggistica istantanea, ma il metodo è vecchissimo.

Leggi anche:  Spiare WhatsApp: attenzione a Cerberus e SpyStealth

Si tratta del solito avvertimento a riguardo della fantomatica scadenza dell’account. Addirittura, ci sono solo 24 ore per evitare che l’applicazione diventi inutilizzabile. Fortunatamente però, stando a quando descritto nel messaggio, è possibile ovviare al problema spendendo 0.99€ da saldare su un fantomatico conto disponibile ad uno strano link. In firma i “servizi commerciali” di WhatsApp.

Chiaramente, il servizio di messaggistica istantanea è completamente gratuito e si tratta di un evidente tentativo di phishing o di installazione di malware all’interno del vostro smartphone. Solo cliccando si potrebbe capire a cosa mirano gli autori del messaggio, che sta pian piano diventando virale. In questi casi, è fondamentale ignorare completamente quanto ricevuto ed eliminarlo immediatamente dal proprio terminale.

Evitare truffe, notizie false e catene di Sant’Antonio su WhatsApp è molto semplice. L’importante è che il primo, e ben tarato, antivirus sia proprio l’utente!