Android Pay PayPal
Android Pay è un sistema di pagamenti comodissimo, purtroppo il suo principale difetto è(ra) la mancanza di banche come partner

La settimana scorsa Google e PayPal hanno annunciato una partnership per integrare i pagamento con Android Pay su milioni di dispositivi mobili. Oggi un update dell’app di PayPal consente finalmente agli utenti di Android che usano Android Pay di poter utilizzare il proprio account PayPal per i pagamenti contactless.

Una piccola rivoluzione per il sistema di pagamenti del robottino verde, che sicuramente da oggi darà del filo da torcere ad Apple Pay e Samsung Pay, rispettivamente  i sistemi di pagamento di proprietà di Apple e Samsung.

Uno dei problemi che Android Pay ha dovuto affrontare fin dal suo concepimento è stata la mancanza di partner come banche e piattaforme online per integrare i suoi servizi e renderlo universalmente fruibile in ogni parte del mondo.

Con l’integrazione tra PayPal e Android Pay, Google ha blindato una posizione dominante nel panorama dei pagamenti contactless. Ci sono centinaia di milioni di utenti che utilizzano ogni mese il servizio PayPal per le loro spese, o per inviare denaro ad amici, parenti e privati.

Leggi anche:  Google Foto, il nuovo update rende più veloce la condivisione video

Se vogliamo utilizzare Android Pay, dall’interno dell’app di PayPal verremo guidati passo passo nell’attivazione di questo servizio. Ci verrà inoltre chiesto da quale saldo prelevare l’importo, se dal saldo PayPal o direttamente dall’account connesso della nostra banca, o le varie carte di credito/debito di cui disponiamo.

I pagamenti contactless secondo gli analisti sono il futuro, ecco perché c’è chi li integra negli anelli o negli occhiali. Google spiazza la concorrenza, accaparrandosi un partner davvero forte. Apple Pay e Samsung Pay resteranno a guardare?