Android Pay purtroppo non arriva a breve in Italia. Qualora vogliate pagare con il vostro smartphone comprate iPhone o aspettate Samsung Pay

Con oggi il Google I/O del 2017 giunge al termine e nel corso di uno degli eventi tenutosi, Google ha annunciato il rilascio delle API per lo sviluppo della sua piattaforma di pagamenti: Android Pay. Non si tratta di semplici pagamenti tramite smartphone poichè questa piattaforma si interfaccerà con Google Assistant, consentirà di effettuare pagamenti in maniera più rapida e coinvolgerà i commercianti che avranno modo di premiare i loro clienti.

Android Pay è attualmente disponibile in 10 paesi e presto arriverà in Brasile, Canada, Russia, Spagna e Taiwan. Il nuovo metodo di pagamento che sfrutta le carte del circuito Visa e Mastercard, introdurrà presto il supporto a PayPal.

Tramite l’annuncio ma soprattutto tramite l’implementazione delle API di Google Payment, gli utenti saranno in grado di pagare online con qualsiasi carta di credito o di debito salvata e verificata sul proprio account Google. Sarà quindi possibile portare a termine un pagamento senza la necessità di inserire il numero della carta, il codice di sicurezza, snellendo e velocizzando così la procedura.

Nei prossimi mesi sarà inoltre possibile utilizzare Google Assistant per inviare o ricevere pagamenti. Basterà avere una carta collegata ed i dati della persona a cui effettuare il pagamento e tramite un semplicissimo “OK Google” potremo chiedere al nostro assistente di inviare i soldi al destinatario.

Google ha pensato a tutti, commercianti inclusi. Essi potranno coinvolgere e premiare i clienti attraverso offerte e premi fedeltà.

Purtroppo non è tutto rose e fiori infatti Big G, durante il Google I/O, ha annunciato l’arrivo di Android Pay in Canada, Russia, Spagna, Brasile e Taiwan, ma non ha proferito parola riguardo l’arrivo nel nostro paese. Qualora vogliate effettuare dei pagamenti tramite smartphone al momento le alternative sono 2: acquistare un iPhone ed utilizzare Apple Pay oppure aspettare l’arrivo di Samsung Pay.