whatsapp
Anche su WhatsApp GIF e sticker

WhatsApp potrebbe avere un’altra sorpresa nel suo prossimo aggiornamento. L’azienda di proprietà di Facebook, infatti, potrebbe condividere con il popolare social network qualcosa di molto simile nell’invio dei messaggi. Primi fra tutti gli adesivi, noti per il loro uso molto apprezzato sulla piattaforma di Facebook Messenger e, prima ancora, anche su uno dei principali e popolari concorrenti del servizio di messaggistica, Line.

Leggi anche: WhatsApp down e il Codacons chiede il risarcimento danni

L’informazione è stata svelata da un utente, tale WABetainfo, sul suo account Twitter, noto in rete per i rumor riguardanti i futuri aggiornamenti di WhatsApp. Nel tweet, è esplicitato il modo in cui sarà composto questo nuovo aggiornamento: uno sfondo grigio con le parole “Invia un adesivo per vedere i tuoi sticker inviati più di recente”. Inoltre, compare anche una nuova barra di ricerca nella parte superiore per la ricerca, appunto, di queste voci.

WhatsApp ridisegnato

Secondo WABetainfo, tutto questo è solo una parte dei nuovi aggiornamenti. La barra superiore dell’applicazione cambierà, perché includerà i propri contatti all’interno del nuovo design. Pertanto, le chat, gli stati, i contatti e le chiamate andranno tutti a comporre il menu principale di WhatsApp.

Leggi anche:  WhatsApp contro Telegram: la sfida si rinnova ed ecco quale scegliere e perché

Leggi anche: Whatsapp, fate attenzione al nuovo virus che promette buoni regalo

Gli adesivi e le GIF saranno simili a quelli già presenti su Telegram, Google Allo, Line – come già anticipato – e Facebook Messenge. Non cambieranno molto, anche se per ora non sappiamo che tipo di collezioni saranno disponibili o se verranno ideate creazioni. Oltre a questa caratteristica interessante per decorare le nostre conversazioni, ci saranno cambiamenti nell’interfaccia GIF, per contrassegnare i nostri preferiti.

Il fatto che questa nuova funzione sia già in fase di test non significa però che sarà attiva nei prossimi giorni. Quindi dobbiamo ancora aspettare un paio di settimane affinché sia disponibile per tutti, e nei rispettivi beta dei sistemi operativi.