Fastweb
L’8 maggio il MVNO rivoluzionerà il settore mobile presentando una nuova offerta

Fastweb è sempre più protagonista nel settore della telefonia mobile in Italia. Nell’attesa che arrivi nel Bel Paese Free Mobile, il gestore francese di Iliad, la telco gialla ha promesso agli utenti di rivoluzionare il settore mobile. Ad affermarlo è l’amministratore delegato della società, Alberto Calcagno il quale ha anticipato, senza però rivelare molti dettagli al riguardo, l’arrivo di una nuova offerta mobile che rivoluzionerà il mercato.

In alcune dichiarazioni riportate dal quotidiano La Repubblica, il dirigente di Fastweb ha riferito: “C’è qualcosa che non va nel mercato del mobile”. E fin qui molti nostri lettori si troveranno d’accordo con Alberto Castagno, il quale ha poi spiegato: “Mediamente le offerte pubblicizzate sono intorno ai 12 euro ma la spesa media effettiva per parlare e navigare in mobilità per ciascun utente, invece, arriva – secondo i nostri calcoli – a quasi al doppio. Vogliamo dare agli utenti più certezze, maggiore libertà di comunicare, senza vincoli e con tariffe trasparenti; lo possiamo fare perché entrando in un mercato del tutto nuovo siamo liberi di innovare come abbiamo fatto nel mercato del fisso. Dall’8 maggio niente sarà come prima: cambiare le regole del gioco a favore del consumatore è sempre stato il nostro obiettivo. Non vogliamo aspettare il 5G per cambiarle anche nel mercato mobile”.

Leggi anche:  TIM, da oggi una nuova clamorosa promozione con 40 GB di internet

Le dichiarazioni fatte dall’amministratore delegato di Fastweb sono piuttosto forti e, francamente, ci incuriosiscono molto. Chissà cosa accadrà l’8 maggio. Il fatto che “niente sarà come prima” e che “le regole del gioco saranno cambiate a favore del consumatore”, per prendere in prestito le parole di Calcagno, fanno ben sperare gli utenti che dopo le pesanti rimodulazioni a cui hanno dovuto far fronte negli ultimi tempi sono davvero stanchi della situazione. Ora non ci resta che aspettare qualche giorno per verificare quali saranno i cambiamenti promessi dal MVNO.