galaxy s8
Quanto costa Galaxy S8 in produzione

Samsung Galaxy S8, normalmente, viene rilasciato al pubblico ad un costo di circa 700 dollari, ma il suo prezzo dipende da dove lo si è acquistato e se viene pagato con un piano offerto da un qualsiasi operatore. Questo è il costo per il consumatore, ma la domanda che tutti noi ci poniamo è quanto questo dispositivo viene a costare a Samsung.

Secondo la società di ricerca IHS Markit – che, a quanto pare, ha voluto approfondire la questione e fare due conti in tasca all’azienda sudcoreana – Samsung ha un costo di circa 301,60 dollari per la versione da 64GB di memoria interna. Il rapporto, inoltre, conferma che questo è a tutti gli effetti il più alto costo di produzione nella storia della linea Galaxy S.

Leggi anche: Secondo Samsung i display rossi del Galaxy S8 non sono un difetto

IHS, quindi, proseguendo nella sua analisi, spiega che quei 301,60 dollari non comprendono il costo di produzione dello smartphone. E, dunque, a questi vanno ad aggiungersi 5.90 dollari per questo processo. Così, a conti fatti, il device di Samsung costa 307.50 dollari. Questo si traduce di 43.34 dollari più caro rispetto ai più costosi Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge (36.29 dollari).

Sempre la società, però, non dichiara il prezzo di fabbricazione del Galaxy S8+, il modello da 6.2 pollici, in quanto ancora non se ne conoscono i costi delle componenti. Tuttavia, il costo non dovrebbe salire molto, perché le uniche differenze tra i due S8 sono le dimensioni dello schermo e della batteria.

Leggi anche: Samsung Galaxy S8 approvato anche da Wozniack: “È il primo smartphone più evoluto di iPhone”

Nessuna sorpresa che il Galaxy S8 abbia quel costo di produzione e sia il più costoso rispetto ai suoi predecessori. Il device, infatti, non solo ha un display con lati curvi senza cornici, ma è dotato anche di uno scanner dell’iride, un chip in grado di fornire connettività LTE fino a 1 gigabit e uno stoccaggio base di 64GB.

Leggi anche: Samsung Galaxy S8, attenzione allo schermo: ecco quanto può costare ripararlo