La macrofilia e la realtà virtuale
Il futuro non è così roseo.

Con dati vendita non proprio rincuoranti, è evidente come stia avvenendo un forte ridimensionamento del mercato VR mondiale. E anche gli investitori sembrano lanciare un messaggio molto chiaro.

È sotto gli occhi di tutti come le vendite e l’interesse generale per la Realtà virtuale sia diminuito drasticamente nell’ultimo periodo. E questa situazione di incertezza non può che riflettersi nel comportamento di chi questi progetti li finanzia con i propri investimenti di denaro. Rispetto al periodo precedente, gli investimenti nell’ambito della Realtà Virtuale sono calati drasticamente nel primo trimestre di questo anno. Secondo quanto riportato da Crunchbase, il primo trimestre del 2017 ha conosciuto la quantità più bassa di fondi mai investiti nel mercato VR dall’inizio del 2016 a oggi. Se nello stesso periodo dello scorso anno ben ventinove compagnie si erano assicurate oltre un miliardo di dollari per portare avanti diversi progetti, nello stesso periodo di quest’anno ci sono state 26 compagnie che hanno raggiunto, insieme, la ‘misera’ quota di 200 milioni di dollari. Insomma, le prestazioni di mercato dei più recenti (ed economici, ndr) PlayStation VR e Samsung Gear VR sembra che non abbiano smosso o convinto fino in fondo i grandi investitori. E voi invece, dal punto di vista di utenti, come vedete questo settore?

Leggi anche:  Galaxy A5 (2018), conferme per l'infinito Display: sarà un piccolo Samsung Galaxy S8

Di seguito vi lasciamo il grafico a cui abbiamo fatto riferimento e che mostra come la situazione non faccia affatto ben sperare.

Realtà virtuale