Xbox
Xbox One e PlayStation 4 sono le eterne rivali del mondo videoludico

Cliff Bleszinski, sviluppatore della serie di Unreal e Gears of War durante una conferenza al Reboot Develop 2017 ha esposto un concetto interessante. Egli sostiene che produrre giochi AAA (tripla A) costa troppo. Si tratta di un modello di lavoro insostenibile per alcune case di sviluppo e di conseguenza per i videogiocatori.

Infatti un titolo al lancio costa introno ai 70€. Già questo prezzo di per se è un limite in quanto si può spendere tale cifra solo per pochi giochi all’anno. A questo poi bisogna aggiungere i vari DLC, i season pass, eventuali acquisti in game.

Queste aggiunte vanno ad intaccare il morale del giocatore. Infatti da tutti i titoli che si fregiano del titolo di tripla A, i giocatori si aspettano il massimo. In termini videoludici, il massimo è caratterizzato da un gameplay solido, una storia ben delineata, grafica eccezionale e giocabilità varia e mai ripetitiva.

Un esempio può essere Horizon: Zero Dawn sviluppato dai Guerrilla Games. Il team ha lavorato per sette anni al titolo e questo è stato possibili grazie a Sony che ha continuato a finanziare lo sviluppo per la propria esclusiva. Sviluppatori che non sono stati così fortunati invece, come Take-Two, per supportare le spese e ridurre i costi ha dovuto effettuare dei tagli al personale.

Cliff Bleszinski ha proposto una soluzione al problema. Si tratta di realizzare giochi AA che si focalizzino su solo su determinati aspetti ritenuti più importanti. Basti pensare a titoli come Rocket League, Rust e Warframe. hanno avuto budget molto limitati eppure sono alcuni dei giochi di maggior successo da qualche tempo a questa parte. 

 

Leggi anche:  Samsung: Galaxy S8 e Galaxy Note 8 non arriveranno nell'edizione speciale di Microsoft