nintendo

Non si è avuto nemmeno il tempo di esultare per l’enorme – e forse inaspettato in questi termini – successo di Switch, che in casa Nintendo già sono pronti a lavorare a quella che sarà la prossima console. Proprio come Sony che ha dato vita ad una versione superiore di PlayStation 4, anche la famosa casa giapponese continuerà a lavorare sulla base dell’attuale console. A differenza dei rivali, però, Nintendo vuole creare un prodotto diverso, più smart e sempre diretto al grande pubblico: una Switch Mini.

A cosa servirebbe però una versione rimpicciolita di una macchina già di per sé molto maneggevole? Secondo gli analisti di Citigroup, che per primi hanno pubblicato l’indiscrezione, alla base della scelta di Nintendo ci sarebbe il pubblico formato dai bambini. La fascia d’età che va dai 5 ai 10 anni avrebbe infatti difficoltà a maneggiare una console come l’attuale Nintendo Switch. La casa giapponese andrebbe quindi a costruire una macchina più compatta, ma presumibilmente della stessa potenza.

Intento, in attesa del 2019, Nintendo si gode i risultati provenienti dalle vendite in tutto il mondo. Switch si conferma sempre di più un fenomeno globale, tanto che le sue vendite sono arrivate a superare anche quelle di un gioco molto popolare – oltre che apprezzato dalla critica – come Legends Of Zelda: Breath of the Wild.