YouTube

YouTube ha rivoluzionato il mondo del lavoro. Grazie al portale video una lunga generazione di ragazzi e adolescenti – quelli che vengono chiamati con il neologismo di Millennials – sta scalando le vette della popolarità e nei casi più estremi sta avendo accesso anche ad ottimi guadagni monetari. Chi vuole sfondare nel mondo della musica, chi vuole fare il boom nel mondo della comicità, chi vuole diventare attore, oggi non può esimersi dall’essere uno YouTuber.

In Germania questo fenomeno deve essere particolarmente rilevante, tanto che il governo centrale sta decidendo di attuare una vera e propria politica per regolamentare l’attività.

L’ente per le comunicazioni tedesco ha da poco stabilito che chi vuol crearsi un proprio pubblico attraverso la piattaforma dovrà d’ora in avanti essere in possesso di una vera e propria certificazione e dovrà seguire regole simili a quelle presenti già in radio e Tv.

La licenza per diventare YouTuber dovrebbe avere un costo che va dai mille ai 10mila euro. Inoltre, chi trasmette in streaming dovrà assicurarsi di seguire un comportamento consono, evitando ad esempio linguaggio scurrile e volgare.

La decisione della Germania sarà destinata a far discutere molto, anche perché sulla scia del governo tedesco altri gabinetti europei potrebbero dotarsi di un provvedimento simile. La politica seguita, in questo caso, da un lato servirebbe a dar dignità a quello che oggi può definirsi un’attività a tutti gli effetti portata avanti da ragazzi, dall’altro però limiterebbe – e di molto – la creatività di chi trasmette. Il mestiere di YouTuber oggi è seguito proprio perché lontano dal mondo delle ferree regole di trasmissione televisiva. Una legge del genere affosserebbe la fantasia di migliaia di ragazzi.