iphone-8

Apple si trova dinanzi ad un bivio. Il prossimo settembre – o il prossimo autunno – con l’uscita di iPhone 8 la casa di Cupertino non può permettersi passi falsi visto che mai come ora la concorrenza è agguerrita e feroce. La società che fu di Steve Jobs con il suo nuovo top di gamma deve riuscire ad intercettare un pubblico in lenta ma costante uscita verso nuovi lidi. Da una parte i vecchi clienti sono attratti dai dispositivi ad alto efficiente e low cost firmati Huawei, dall’altra sono ammaliati dalla super tecnologia di casa Samsung. Entrambe questi brand stanno costringendo Apple ad effettuare un grande update per il prossimo iPhone.

Fondamentale per la nuova versione del melafonino sarà il display. Come dimostrato da Samsung con l’uscita del Galaxy S8 l’era dello schermo LCD è passata. Ora per essere al top è necessario dotarsi di un display OLED, possibilmente senza la presenza di bordi antiestetici. Proprio questa nuova tecnologia sta mettendo in seria crisi gli ingegneri che lavorano a Cupertino.

Apple starebbe trovando non poche difficoltà nel far interagire i nuovi schermi con lo strumento del Touch ID che, a differenza dei modelli attuali, non dovrebbe essere dipendente dal tasto Home (anche perché questo potrebbe scomparire). In particolar modo gli addetti ai lavori ancora non sono riusciti a trovare la soluzione per consentire la lettura delle impronte digitali in ogni angolo del display.

Per questo motivo, da ambienti affidabili, corre sempre più forte l’ipotesi di un rinvio per la presentazione del prossimo iPhone. D’altronde, date le condizioni esaminate in precedenza, meglio aspettare qualche settimana in più piuttosto che presentarsi al pubblico con un prodotto incompleto.