Tra le società che si sono dotate di un assistente virtuale, Facebook può essere considerata una delle prime in ordine cronologico. Mark Zuckerberg ha creduto quasi da subito in questa tecnologia che, successivamente, è stata copiata e rivisitata anche da numerosi servizi rivali. Ora, il proprietario del social è pronto a raddoppiare. Accanto all’attuale assistente chiamato Facebook M, verrà introdotto un nuovo sistema chiamato Facebook M Suggestions.

L’assistente virtuale sarà disponibile negli USA a breve con tutte le versioni di Messenger. Rispetto alla versione attuale M Suggestions avrà un ruolo diverso: anziché suggerire parole o vocaboli da utilizzare all’interno di una conversazione, la tecnologia sarà in grado di far scegliere all’utente i materiali multimediali (GIF, adesivi, sondaggi) da utilizzare.

Ad esempio, quando augureremo “Buon compleanno” o “Buon Natale” ad un nostro amico, l’assistente virtuale ci segnalerà la presenza di adesivi ad hoc per la chat in questione. Quando ci sarà chiesta, invece, una posizione geografica M Suggestions sarà in grado di inviare direttamente i dati relativi alla nostra geolocalizzazione, chiedendo prima l’autorizzazione al propietario (per ovvi motivi di privacy).

L’obiettivo di questa intelligenza artificiale è quello di rendere ancora più semplice ed intuitiva una conversazione in tutte le sue componenti. Inizialmente Facebook introdurrà questo sistema solo oltre Oceano, ma non è azzardato pensare ad un suo lancio mondiale nel più breve tempo possibile.