Microsoft project scorpio
Project Scorpio sarà la console più potente di sempre

Project Scorpio ha finalmente delle caratteristiche tecniche ufficiali. Dopo mesi di rumor e speculazioni, i ragazzi di Digital Foundry hanno potuto mettere le mani su un prototipo offerto direttamente da Microsoft.

È evidente che Microsoft non ritiene Project Scorpio un semplice aggiornamento hardware di Xbox One. Si tratta di una console a se stante, pensata e realizzata con il preciso obiettivo di fornire tanta potenza agli sviluppatori. Infatti in questo modo le prestazioni si sono alzate e di molto. Il Gaming in 4K non è più un semplice upscaling, ma si giocherà nativamente a questa risoluzione.

I 6 teraflop di potenza grafica sono ampiamente raggiunti grazie ad una GPU personalizzata. In abbinamento troviamo una CPU octa-core a 2.3GHz, evoluzione dell’architettura Jaguar ampiamente utilizzata su questa generazione di console, a cui supporto arrivano i 12 GB di memoria GDDR5. Per avere un’idea delle caratteristiche rispetto a Xbox One e PlayStation 4 ecco una tabella che riassume le principali componenti.

Project Scorpio Xbox One PS4 Pro
CPU Otto core custom x86 a 2,3 GHz Otto core custom Jaguar a 1,75 GHz Otto core Jaguar a 2,1 GHz
GPU 40 unità computazionali custom a 1172 MHz 12 unità computazionali GCN a 853 MHz (Xbox One S: 914 MHz) 36 unità computazionali GCN migliorate a 911 MHz
RAM 12 GB GDDR5 8 GB DDR3/32 MB ESRAM 8 GB GDDR5
Larghezza della banda di memoria 326 GB/s DDR3: 68 GB/s, ESRAM al massimo 204 GB/s (Xbox One S: 219 GB/s) 218 GB/s
Hard disk 1 TB 2.5 pollici 500 GB/1 TB/2 TB 2.5 pollici 1 TB 2.5 pollici
Lettore ottico 4K UHD Blu-ray Blu-ray (Xbox One S: 4K UHD) Blu-ray
Leggi anche:  Samsung: Galaxy S8 e Galaxy Note 8 non arriveranno nell'edizione speciale di Microsoft

 

Ovviamente l‘alimentatore sarà integrato e inoltre Microsoft ha implementato un particolare sistema di dissipazione del calore a camera di vapore. Grazie a questo sistema, sarà possibile trasferire il calore delle componenti ad una camera stagna riempita con acqua distillata. Il calore farà evaporare l’acqua che diventando vapore andrà a inserirsi nelle alette del dissipatore, raffreddandosi.

Non ci resta che attendere i primi titoli che saranno compatibili con Xbox One ma potranno vantare un migliore dettaglio grafico grazie all’hardware decisamente più potente.