galaxy note
Poi è arrivato il secondo modello che ha continuato il trend positivo del precedente modello

Incredibile ma vero. Il Galaxy Note 2, lanciato sul mercato da Samsung nell’ormai lontanissimo 2012, quello che è stato uno dei primi smartphone con 2GB di RAM riceve oggi, in via ufficiale, un nuovo aggiornamento di sistema in Italia. Nulla di trascendentale, ma un bel segnale da parte dell’azienda sudcoreana.

Si tratta infatti delle ultime patch di sicurezza, già viste su altre prodotti Samsung. Ovviamente nessuna nuova versione del robottino verde, com’è ovvio che sia comunque considerando gli anni ormai sulle spalle per questo Galaxy Note 2, uno smartphone che ha comunque contribuito a far esplodere il fenomeno dell’azienda sudcoreana nel settore specifico.

L’aggiornamento, siglato N7100XXSFQA8, è in roll out per tutti i modelli open market italiani tramite OTA, ed è stato reso disponibile anche per il Galaxy Note 3, successore del Note 2, lanciato sul mercato nel corso del 2013. Insomma, davvero ottime novità da parte di Samsung.

Del resto, occorre ricordare come il tema degli aggiornamenti nel mondo Android sia estremamente caldo. La frammentazione continua ad essere una criticità mai risolta per il robottino verde, su cui tra l’altro Google non è mai intervenuta in maniera convincente. Lo sa bene Samsung che, con gli update odierni, dimostra come la propria politica in merito sia decisamente migliorata nel tempo.