facebook
Come mettere in sicurezza l’account Facebook

Per verificare che un account Facebook è stato hackerato ci sono diverse prove a nostra disposizione. Tra queste, probabilmente, la prima prova da fare è rivedere i luoghi da dovesi è effettuato un accesso e, quindi, ai dati del profilo prima che venga apportato qualsiasi cambiamento improvviso. Per evitare che questo si verifichi, si può stringere in cerchio ad un maggiore controllo della privacy.

Ma andiamo con ordine. Uno dei primi test da fare, dunque, è entrare nel menu all’interno della “freccia” posta nell’angolo in alto a destra della pagina Facebook. Successivamente, andare sull’opzione riguardante le “Impostazioni” e alla sezione “Sicurezza”; e, infine, selezionare “Luogo di accesso”. Una volta lì, ci comparirà un elenco di tutti i dispositivi attraverso i quali sono state eseguite registrazioni sul social network. Se non compare alcun segno di “accessi sconosciuti”, ovvero se nessuno corrisponde ad una città in cui l’utente è stato o dispositivo e browser utilizzato per accedere al social network, è possibile chiudere tutte le sessioni. Per questo, basta fare clic su “Fine attività”.

Leggi anche:  Facebook vuole distruggere Snapchat creando gli status che si autodistruggono

Altri segnali che potrebbero metterci in allarme sono un improvviso cambiamento di dati nel nostro profilo, ad esempio, o un’amicizia che non è mai stata inviata da o ad un utente ad o per un’altra persona sconosciuta; o, ancora, i messaggi inviati da uno smartphone senza che questi siamo stati inviati da tale dispositivo. Infine, e ben più evidenti, sono le pubblicazioni nella bacheca che l’utente non ha mai fatto.

Per evitare che questi “attacchi informatici” su Facebook ci colpiscano direttamente, è indispensabile cambiare periodicamente la password. Configurare i filtri di sicurezza distribuendoli diversamente tra amici e conoscenti può essere un buon mezzo per determinare ciò che può essere visto in “Pubblico” o solo in parte. È inoltre possibile attivare un'”allerta”, in modo che l’utente possa ricevere una notifica ogni volta che si accede al proprio account.

Piccoli trucchi ma indispensabili per mettere in sicurezza il proprio account.