robo-scuola robot
e.Do è il robot che sbarca nelle classi italiane per aiutare studenti e docenti nell’apprendimento

Chi l’avrebbe mai detto che un giorno nelle classi delle nostre scuole sarebbe arrivato un robot ad aiutare gli alunni nell’apprendimento. Sbarca nelle aule italiane Robo-Scuola. Un progetto avviato da Dschola in collaborazione con Fondazione CRT e Comau che coinvolgerà 38 scuole della regione Piemonte nei prossimi mesi. Circa 3.000 studenti tra i 6 e i 19 anni avranno l’onore di sperimentare questa nuova tecnologia.

Una nuova realtà che vedrà all’interno delle aule l’interazione tra studente e robot. Quest’ultimo infatti servirà a stimolare l’apprendimento come un vero e proprio strumento didattico. La finalità è quella di rendere più affascinante la comprensione delle materie, che per adesso includeranno la matematica e l’arte.

Si chiama e.DO ed è l’esempio perfetto di come la tecnologia possa essere sfruttata al meglio anche per la didattica. Molti insegnanti alla “vecchia maniera” dovranno dunque adattarsi alla presenza di questo robot intelligente tra i banchi di scuola. Non sarà utile e divertente solo per gli studenti infatti, ma aiuterà i professori nell’organizzazione di attività. Nello specifico, gli alunni avranno la possibilità di affrontare un modulo a scelta tra matematica ed arte della durata di 100 minuti. Gli stessi impareranno a conoscere e.DO assemblandone alcuni pezzi in classe ed utilizzandolo successivamente per l’apprendimento. I docenti dovranno poi valutare i risultati ottenuti in base ai parametri forniti, soprattutto nelle fasi iniziali di questo progetto.

Vengono dati alcuni esempi di come questo robot sarà impiegato nei vari istituti. Per le scuole primarie ci sarà una lezione di matematica che coinvolgerà l’uso dello strumento in questione. Questi sarà dotato di una pinza che dovrà muovere delle figure geometriche all’interno di un’area stabilita, gli studenti dovranno poi calcolare il perimetro. Nelle scuole secondarie invece troviamo un applicativo grafico sul robot che consente agli alunni di tracciare delle curve su un piano cartesiano dati dei punti. Per quanto riguarda le classi che si dedicheranno ai moduli artistici, il progetto Robot-Scuola sarà incentrato sulle invenzioni di Leonardo da Vinci.

Le scuole coinvolte in questo progetto saranno infine introdotte in un bando di concorso sul tema della cooperazione tra uomo e robot. L’8 Aprile prossimo gli studenti dovranno aver completato un lavoro corredato di foto, video e disegni da inviare all’organizzazione.