android o
Ecco alcune novità di Android O

Google ha lanciato la versione “preview” della prossima incursione del sistema operativo, ora conosciuta semplicemente come Android O. Mentre il dolce assegnato a questa versione è ancora un mistero (Oreo, sembra ovvio ma chissà!), alcune delle caratteristiche principali di questa versione sono già note. A meno di inevitabili sorprese.

Una di queste è la gestione della batteria. Google continua a cercare di mitigare ciò che è ancora una delle più frequenti critiche agli smartphone di oggi, cercando di limitare quel che le applicazioni possono fare mentre non vengono utilizzate. Trasmissione dei dati, servizi e aggiornamenti di posizione sono solo alcuni dei settori ai quali Google inizierà ad imporre limiti.

Un’altra grande novità sono le notifiche, che gli utenti possono gestire e personalizzare a proprio gusto. Per essere più precisi, se le notifiche che si desidera ricevere da un’app di notizie, ad esempio, sono solo quelle legate alla tecnologia, questa scelta si può fare. È possibile raggruppare le notifiche in “canali”‘. Inoltre, per quanto riguarda le applicazioni di messaggistica, si potranno segnalare le persone di cui vogliamo davvero essere avvisati per ogni nuovo messaggio ricevuto.

C’è ancora da parlare della sezione Impostazioni, il cui menù è stato leggermente modificato al fine di facilitare la ricerca delle informazioni necessarie. Un look più leggero e un’interfaccia ancora più semplice può fare la differenza nell’esperienza di uso. Si prevede, infatti, possa essere molto più fluido e intuitivo.

Come al solito, Google si aspetta di apportare diversi aggiornamenti di questa versione “anteprima”. Quindi, nulla è certo fino al rilascio definitivo di Android O. Molto probabilmente, alla fine dell’anno.