Overwatch
L’FPS secondo Blizzard.

Dal momento del suo rilascio, Overwatch ha affascinato la sua fanbase anche per la profondità con cui sono caratterizzati i protagonisti dello sparatutto in multiplayer. Gli stessi giocatori partecipano alla creazione e alla rappresentazione dell’universo di gioco con fan-stories e lavori artistici.

Quello che però in effetti manca, al fine di rendere il processo creativo e di personalizzazione ancor più spinto, è un editor delle ambientazioni di gioco. In effetti, è quello che i giocatori richiedono a gran voce, soprattutto ora che si è già compiuto un passo in questa direzione, con la nuova sezione della Partita Personalizzata.

Quest’ultima aggiunta alle varie modalità di Overwatch, insieme a un editor che consenta di creare mappe a totale piacimento degli ormai coinvoltissimi gamers, sarebbe il definitivo punto di svolta che renderebbe lo sparatutto davvero unico nel suo genere, nonostante già al momento sia destinato a rimanere nella storia dei videogiochi.

Così, il Game Director del gioco, Jeff Kaplan, si è espresso sulla questione, sul forum di Battle.net: “Siamo estremamente propensi a rilasciare un editor di mappe in Overwatch, in futuro. Ma poichè Overwatch è stato creato con un motore nuovo, questa non è un’operazione semplice o da poter attuare tanto presto. C’è comunque sulla nostra tabella di marcia, e crediamo fortemente nei contenuti creati dagli utenti. Ma ci sono molte sfide in vista e passerà del tempo prima che sia disponibile al pubblico un editor di mappe.

Risulta evidente, dunque, che dovremo attendere. Da aggiungere, tra l’altro, che nel caso in cui Blizzard dovesse dare segni di abbandono dell’idea, gli utenti potrebbero sempre introdurre un proprio maps editor, come accaduto per altri titoli.

Ricordiamo, infine, che oggi è il giorno dell’introduzione, nella rosa di combattenti di Overwatch, un nuovo personaggio: il tank Orisa. La new entry non sarà però giocabile in modalità Partita Competitiva per una settimana da ora.