Il primo smartwatch dell’azienda tedesca

Anche Montblanc ha deciso di rompere gli indugi ed entrare ufficialmente nel mercato degli smartwatch Android Wear. La storica azienda tedesca ha infatti lanciato Summit, un wearable premium, destinato ad un preciso target di utenti. Scopriamo insieme tutti i dettagli a riguardo.

La parola chiave è personalizzazione. Si tratta di uno smartwatch con quadrante rotondo realizzato in acciaio inossidabile nero PVD, bi-colore nero e grigio, grigio satinato, senza dimenticare la versione in titanio grado 5 satinato. Dunque grande attenzione ai materiali, come da tradizione Montblanc.

Stesso discorso per quanto riguarda i cinturini, selezionabili in una miriade di versioni e colorazioni, dalla pelle al metallo fino ad arrivare al silicone, solo per citarne alcuni. L’azienda tedesca ha deciso dunque di consentire una scelta enorme attorno a questo Summit, una strategia assolutamente coerente con il prezzo molto elevato, come vedremo tra un pò.

Buone le caratteristiche tecniche: display da 1.39 pollici AMOLED con risoluzione 400 x 400, 512 MB di memoria RAM, Snapdragon Wear 2.100 e batteria da 300mAh. Stonano però le mancanze di GPS, NFC e modulo LTE. Ovviamente, non essendo uno smartwatch per sportivi, può essere tollerata la mancanza della connettività dati e del chip satellitare, mentre l’assenza di NFC di fatto taglia fuori il Summit da Android Pay.

Nota dolente il prezzo. Saranno necessari 890 dollari, con disponibilità a partire da maggio. Un prodotto per pochi, dunque.