Samsung
Samsung, il quartier generale di Seoul (Corea del Sud)

Nelle scorse settimane, erano emersi alcuni brevetti di Samsung relativi a smartphone pieghevoli. Questa nuova tecnologia era possibile grazie all’impiego di pannelli OLED di nuova concezione in grado di sopportare lo stress di ripetute aperture e chiusure.

Fino ad ora si sono susseguiti vari rumor con possibili date per un primo prototipo. Tuttavia oggi, grazie ad un nuovo report emerso, sembrerebbe esserci una novità. Infatti Samsung attraverso la propria controllata Samsung Display avrebbe deciso di incrementare la produzione di nuovi prototipi. Questi dispositivi di prova sono attesi per il terzo trimestre del 2017, quindi per il periodo compreso tra luglio e settembre.

L’obiettivo di questa accelerazione sarebbe da imputare nella ricerca del primato in questo settore. Presentare uno smartphone pieghevole completamente funzionante, anche se a livello di prototipo rappresenterebbe una pubblicità sufficiente a compensare i costi di ricerca e sviluppo in questa tecnologia.

Ovviamente un primo prototipo servirebbe come base per la ricerca di future applicazioni commerciali, ma per queste ci sarà comunque da aspettare. Ovviamente i primi smartphone pieghevoli orientati al settore consumer sarebbero estremamente cari considerando che si tratterebbe di device unici nel loro genere. La produzione di massa potrebbe essere avviata solo a partire dal 2018. In ogni caso c’è in ballo il titolo di primo produttore al mondo di smartphone pieghevoli e i competitor sono molti tra cui anche LG.