levi's google giacca

Dopo orologi, collanine, cappelli e braccialetti i tempi sono maturi per la costruzione di quello che è il primo capo di abbigliamento hi-tech. E’ questo il pensiero comune di Google e Levi’s – società leader nei loro rispettivi mondi – che hanno unito le forze per dar vita al primo prototipo di giacca intelligente in grado di interagire direttamente con il suo proprietario. L’item, presentato lo scorso 11 Marzo ad Austin in Texas, ha delle caratteristiche davvero innovative.

La giacca è pensata, innanzitutto, come strumento di unione tra il proprietario e lo smartphone. Il suo ruolo, infatti, è quello di migliorare l’utilizzo del cellulare, proprio come un normale smartwatch disponibile in commercio. Fondamentale, a questo proposito, sarà il polsino, visto che proprio nell’estremità del capo saranno presenti tutte le funzioni hi-tech grazie ad un chip Bluetooth.

Sul polsino della manica sinistra sarà posizionato un sensore molto particolare. L’utente strisciando il dito su di questo, potrà imporre comandi allo smartphone o potrà dar il via ad alcune sue funzioni quali la riproduzione di musica o la ricerca di un luogo su mappa.

Google e Levi’s hanno pensato al primo indumento smart come possibilità per tutti gli sportivi – tra tutti ciclisti, motociclisti ed automobilisti – che durante l’attività fisica difficilmente possono rivolgersi direttamente al cellulare. La giacca potrà comunque essere utilizzata da un pubblico eterogeneo: ad esempio, durante una cena importante non sarà obbligatorio assentarsi dal tavolo per rispondere ad un sms.

L’unico problema di questa giacca ad ora sta nel prezzo. L’item sarà distribuito sia da Google sia da Levi’s nei prossimi mesi – probabilmente entro fine anno – al costo esorbitante di 350 euro.