whatsapp
WhatsApp in lotta contro lo spam

WhatsApp, il servizio di messaggistica di proprietà di Facebook, è utilizzato da più di un miliardo di persone in tutto il mondo. L’azienda sta testando un sistema che consenta alle aziende di parlare direttamente con gli utenti di WhatsApp per la prima volta. 

I test, che vengono effettuati con una manciata di aziende che fanno parte della startup dell’incubatore “Y Combinator”, sono un segno importante di come WhatsApp abbia in programma di fare soldi con questo popolare servizio. WhatsApp non ha sviluppato un modello di business negli ultimi tre anni, ovvero da quando Facebook Inc. lo ha acquistato per 19 milioni di dollari.

WhatsApp, gioco di parole sulla frase “Che succede?”, ha contribuito a migliorare i servizi di telefonia mobile che consente agli utenti di inviare messaggi di testo o chiamare amici e famiglia gratuitamente, senza spese per i messaggi di testo. Competere con i servizi simili, come wechat, non è stato semplice.

Una fonte di reddito potenziale è stata quella di pagare le aziende che vogliono contattare i clienti in WhatsApp. Ma la società sta lavorando con attenzione per evitare problemi con i messaggi spam. In tal modo, si sta anche esaminando il grado di vicinanza e di comunicazione che gli utenti hanno con le aziende e se questi hanno ricevuto lo spam.

Leggi anche:  WhatsApp: ecco come risparmiare il traffico dati sui dispositivi iOS e Android

WhatsApp ha annunciato l’anno scorso il suo piano per lo sviluppo del sistema, noto come Application Programming Interface, o API. Mentre il mese scorso ha raggiunto un accordo con “Y Combinator”, che fornisce formazione e consulenza alle aziende che mostrano il potenziale per un piccolo numero di aziende coinvolte in un test, in base alle e-mail e ai messaggi pubblicati su un Forum.

L’ingresso a “Y Combinator”, fondata nel 2005, è altamente competitivo e tra i partecipanti storici ci sono aziende come Airbnb e Dropbox. Il presidente di “Y Combinator”, Sam Altman, ha dichiarato che non era a conoscenza di prove eseguite da WhatsApp, ma ha aggiunto: “In generale, vediamo molte aziende che vogliono per testare i loro prodotti con YC“.

Il test è ancora nelle fasi iniziali. Il sistema è molto atteso in località remote in cui WhatsApp è particolarmente popolare.