Samsung Galaxy S3 Neo
Samsung Galaxy S3 Neo, ecco come aggiornare il nostro smartphone ad Android 5.1.1 Lollipop

Samsung Galaxy S3 Neo continua ad essere uno degli smartphone più diffusi in circolazione, complice le sue buone caratteristiche tecniche ed il suo eccellente rapporto qualità/prezzo. Nonostante ciò, però, gli anni iniziano a farsi sentire e, pertanto, potrebbe essere utile abbandonare la ROM ufficiale Samsung per affidarsi a qualche ROM modificata ed appositamente sviluppata per migliorare le performance complessive. La presente guida, quindi, spera di poter costituire un valido metodo per ridonare nuova linfa vitale al nostro tanto amato device. Qualche giorno fa abbiamo parlato della CM 13, piuttosto instabile, oggi invece parleremo della CM 12.1 quasi perfetta per un utilizzo quotidiano.

Samsung Galaxy S3 neo: requisiti per l’aggiornamento

ATTENZIONE: Necessari i permessi di root. Ricordiamo che l’aggiornamento invalida la garanzia e che la procedura, se non eseguita in maniera corretta, potrebbe comportare il brick del dispositivo. Vi invitiamo, dunque, a procedere con particolare attenzione e solo se dotati delle competenze necessarie. Ricordiamo, inoltre, che è necessario:

  • Livello di batteria superiore al 40%;
  • Scaricare l’archivio Google Apps dal seguente link;
  • Scaricare la ROM offerta dagli sviluppatori di CyanogenMod 12.1 per GT-I9301I, GT-I9301Q e GT-I9300I dal seguente link;
  • Scaricare la TWRP recovery dal seguente link;
  • Scaricare Odin dal seguente link;
  • Scaricare il camera fix dal seguente link;
  • Scaricare il charging fix dal seguente link;
  • Scaricare il wi-fi fix dal seguente link;
  • Avere installata inizialmente la ROM originale versione Android 4.4.2 (naturalmente con root già eseguito).

Procedura cambio recovery

  • Selezionare in Odin pulsante AP il file “twrp-3.0.2-0-soho.zip”;
  • Spegnere nuovamente lo smartphone;
  • Da spento, cliccare contemporaneamente i tasti “Volume giù + home + accensione“;
  • Premere “volume su” (volume up) per continuare nel menù;
  • Collegare tramite cavetto USB il device al PC;
  • Cliccare su start in Odin;
  • Attendere la fine dell’operazione ed il riavvio del dispositivo.

Procedura aggiornamento

  • Caricare sulla memoria del dispositivo o sulla sua scheda micro-sd i files “cm-12.1-20151225-UNOFFICIAL-s3ve3g”, “pa_gapps-modular-nano-5.1-20150315-signed” , “Camera_fix“, “kernel_cm_12-1_fixed_offline_charging” e “1.2_wifi_fix(FLASHABLE)” in precedenza scaricati;
  • Spegnere lo smartphone;
  • Da spento, premere contemporaneamente i tasti “accensione + home + volume su“;
  • Effettuare un data/factory reset, un wipe cache ed un wipe dalvik cache (quest’ultimo si trova all’interno del menù “advanced” della recovery);
  • Installare da recovery la ROM CM 12.1 copiata in precedenza (la procedura potrebbe impiegare 5/10 minuti e potrebbe dar l’impressione di un blocco, ma così non è);
  • Installare da recovery le Google Apps copiate in precedenza;
  • Installare da recovery il camera fix;
  • Installare da recovery il charging fix, andando sempre in “Intall ZIP” come in precedenza, ma questa volta selezionando “Image” e spuntando l’opzione “Boot”;
  • Installare da recovery il wi-fi fix;
  • Riavviare;
  • Abbiamo finalmente installato Android 5.1.1 Lollipop sul nostro device!

La ROM in precedenza proposta è una versione stabile. Pertanto, nei nostri 3/4 giorni d’utilizzo, ci è sembrata molto performante e migliorativa delle prestazioni complessive del device. Non riteniamo di dover segnalare la presenza di bug importanti, fatta accezione l’assenza in rari casi della retro-illuminazione sui pulsanti a sfioramento (indietro e menù). Per ulteriori informazioni e novità sul mondo Android e tecnologico in generale, continua a seguirici su TecnoAndroid.it!

P.S.: Se riscontrate problemi alla fotocamera, ripetete la procedura e non installate il camera fix. – La scritta rossa in fase di boot (kernel is not seandroid enforcing) è normale. Purtroppo il Qualcomm secure boot non può essere disabilitato su questo dispositivo.