Bitcoin
Il Bitcoin vale più dell’oro

Il Bitcoin, la famosa e controversa moneta elettronica, ha raggiunto per la prima volta nella sua storia un valore superiore a quello dell’oro. La criptomoneta ha raggiunto nella giornata di ieri, giovedì 2 marzo 2017, un valore di 1239 dollari contro i 1238,70 dollari l’oncia (1 oncia equivale a circa 31 grammi) dell’oro.

Questo risultato è stato ottenuto per una serie di strane combinazioni. Ieri non è stata una giornata molto positiva per l’oro che ha perso l’1,3%, mentre per il Bitcoin la giornata di ieri è stata alquanto positiva visto che il suo valore è cresciuto di quasi tre punti percentuali.

È incredibile che la moneta elettronica ieri abbia superato il valore dell’oro. Soltanto qualche tempo addietro il Bitcoin aveva perso il 53% circa del suo valore, raggiungendo i minimi storici con un valore di soli 407,98 dollari (dati che si riferiscono a marzo del 2016). Questo sottolinea quanto sia “volatile” questa particolare valuta. Per questo motivo sarebbe prematuro affermare che il Bitcoin possa soppiantare definitivamente l’oro. Il metallo prezioso può contare ancora oggi su un mercato molto più ampio e solido della criptomoneta che, invece, vanta una capitalizzazione di “soli” 20 miliardi di dollari.

La volatilità del Bitcoin è ben illustrata dal seguente grafico. La linea gialla che rappresenta l’oro ha sempre mantenuto negli ultimi anni un valore molto costante. La linea azzurra che rappresenta la criptomoneta, invece, è molto più altalenante. Ciò non toglie che il risultato raggiunto ieri è storico.

Bitcoin
La linea azzurra sottolinea la volatilità della criptomoneta