TIMmusic è oramai considerato al pari di Apple Music, Google Play Music, Spotify e Deezer uno dei servizi migliori per lo streaming sonoro in Italia. La sua vasta libreria insieme ad un interfaccia semplice ed intuitivo con un prezzo molto competitivo rispetto ai rivali, ha fatto dell’app una delle migliori in circolazione.

Gli abbonati a TIMmusic avranno certamente notato che qualche giorno fa è arrivato a tutti gli abbonati un sms del 40916 in cui si consigliava l’update dell’app per poter continuare ad usufruire del servizio. L’aggiornamento in questione è finito da subito nell’occhio del ciclone ed oggettivamente non può essere considerato dei più riusciti tanto che molti utenti ora stanno invadendo i marketplace Android ed Apple per testimoniare grande disappunto.

Alla nuova versione di TIMmusic vengono imputati diversi punti deboli. Rispetto a prima, ad esempio, viene a mancare la coda di ascolto con cui si poteva creare in maniera intuitiva una semplice playlist personale. Altra grande pecca è l’obbligo di dover effettuare login ad ogni ingresso, il che complica le cose soprattutto per la fruizione sotto segnale Wi-Fi. Ultima critica riguarda la libreria che, a detta di numerosi abbonati, sarebbe diminuita in maniera drastica.

Leggi anche:  Facebook addio, l'inventore del "like" lascia i social

Dai marketplace è possibile notare un forte calo nella media valutazioni dell’app. A questo punto, viste la quantità enorme di critiche, probabilmente Tim sarà costretta a mettere nuovamente mano alla sua piattaforma musicale per farla tornare funzionale e bella come era prima.