robot

Il mondo si sta muovendo sempre più verso una prospettiva di digitalizzazione che ci porta ad ipotizzare la diffusione sempre più frequente di macchine artificiali super intelligenti in grado di sostituire l’uomo per lavori manuali. Già oggi, assistiamo a impieghi entrati in crisi proprio a causa dell’utilizzo di piccoli cyborg che hanno sostituito le braccia umane.

Una semplice azione, come quella della guida, è già prerogativa di una macchina grazie alle tecnologie sperimentate da Tesla che ha introdotto l’automobile a guida autonoma. Il patron di Tesla, Elon Musk, è da sempre considerato uno dei grandi padri della digitalizzazione.

In una sua ultima uscita al World Government Summit di Dubai, Musk ha confermato le sue teorie ed ha ipotizzato addirittura un futuro in cui l’uomo stesso diventa un robot:“Con il passar del tempo credo che assisteremo con sempre maggior frequenza ad una fusione più tra intelligenza biologica e intelligenza artificiale – Continua il patron di Tesla – Le macchine comunicano a mille bit al secondo, mentre l’uomo soltanto a dieci. E’ una questione di pura e semplice velocità“.

Queste parole sono subito diventate virali specialmente sui social ed hanno dato il la a numerosi fotomontaggi di uomini divenuti all’improvviso robot. Probabilmente le parole di Musk erano una semplice provocazione, ma assistendo allo sviluppo visto nell’ultimo secolo, non possiamo precludere più nulla. Chi solo dieci anni fa aveva previsto la rivoluzione portata in auge da Tesla?

Leggi anche:  I robot ruberanno il lavoro agli umani, secondo il Mit in modo inferiore nelle metropoli