Il Tab Pro S dell’azienda coreana

Il nome “Galaxy Book” circola ormai da tempo nel settore dell’elettronica. Samsung ha registrato questo marchio ben 5 anni fa, senza mai tradurlo in un dispositivo effettivamente commercializzato. Secondo l’indiscrezione trapelata oggi però, sembra finalmente che l’azienda coreana abbia rotto gli indugi.

Infatti, all’interno del Windows Store, è stata scovata l’applicazione “Book Settings”. Scorrendo nella descrizione di questa app, viene esplicitamente citato il Galaxy Book. Non vengono ovviamente fornite informazioni sulle specifiche del dispositivo o sull’aspetto estetico, ma ci sono due elementi inconfutabili.

Innanzitutto, il Galaxy Book sarà equipaggiato con Windows 10, il che lo colloca necessariamente nella categoria PC, quasi sicuramente all’interno del settore dei 2 in 1, un segmento di mercato in forte ascesa. In secondo luogo, è certo che supporterà l’input tramite pennino, ed in tal senso Samsung potrebbe aver studiato tutta una serie di soluzioni, compreso l’inserimento di un vero e proprio digitalizzatore.

Dunque, il Galaxy Book si configura come un dispositivo fortemente incentrato sulla produttività, probabilmente pensato per il settore business e per quello didattico, visto che potrebbe diventare il compagno ideale di studenti universitari e docenti. Insomma, esattamente ciò che mancava al catalogo prodotti Samsung (con il Tab Pro S che si posiziona su piani differenti).

Leggi anche:  Galaxy S9 potrebbe non avere una funzione importantissima, la rete insorge

A questo punto, ci toccherà attendere. Non sappiamo quando l’azienda coreana possa effettivamente svelare il Galaxy Book. Non è escluso che il lancio possa avvenire, a sorpresa, durante il Mobile World Congress. Più probabile però la presentazione durante la seconda parte dell’anno, magari in occasione dell’IFA di Berlino, così da poter arrivare sul mercato in tempo per le festività natalizie. Staremo a vedere.