MediaTek helio x30
Il SoC MediaTek Helio X30 non sembra interessare gli acquirenti

Il mercato dei System-on-a-Chip può essere tanto roseo quanto spietato. Da un lato abbiamo Qualcomm che ha problemi a gestire la domanda maggiore delle disponibilità. Dall’altro lato invece abbiamo MediaTek che sembra avere problemi a piazzare le proprie scorte sovrabbondanti.

Infatti il nuovo processore MediaTek Helio X30 sembra causare parecchi grattacapi alla società. Si tratta di un SoC con processo produttivo a 10 nanometri. La nuova generazioni di processori tuttavia non sembra interessare i produttori. I costi per realizzare e finanziare il processo produttivo a 10nm sono importanti e senza un adeguato volume di vendita possono rivelarsi ingestibili.

La roadmap di produzione infatti prevede che lo sforzo di MediaTek sia drasticamente ridotto con un taglio netto della capacità produttiva. Infatti al momento le uniche società interessate all’acquisto del processore sono Meizu e LeEco. Si tratta di due società che, nonostante la notevole crescita dell’ultimo periodo, possono vantare quantità piuttosto limitate di ordini. Le condizioni economiche di LeEco potrebbero anche influire pesantemente. Infatti la società potrebbe di fatto ritirare la propria offerta di acquisto.

Leggi anche:  Meizu M6: nuove immagini rivelano nessuna differenza con M5

Altri due principali clienti di MediaTek, Oppo e Vivo, hanno rispettivamente annunciato l’impiego di processori a 10nm sui loro smartphone. Si parla rispettivamente di oltre 120 milioni e 100 milioni di dispositivi, ma nessuna delle due società ha confermato l’utilizzo dell’Helio X30.

Se a questo aggiungiamo che i primi dispositivi dotati di SoC Helio X30 non vedranno la luce prima della seconda metà del 2017, la decisione dell’azienda di contenere i costi sembra chiara.